Consulenza, Genesi sim e Ibp sim mettono insieme le forze

A
A
A
di Redazione 17 Maggio 2013 | 07:05
È quanto risulta a BLUERATING. L’obiettivo è dare vita a una sim privata italiana con circa 400 milioni di euro di masse e 3 mila clienti…

FUSIONE IN VISTA – Genesi ULN sim è in procinto di fondersi con Independent Private Bankers sim, entrando così nel gruppo Vihp (Valore Italia holding di partecipazioni). L’obiettivo è “dare vita a  una sim privata italiana attiva nel mondo della consulenza fee only e della consulenza e collocamento con circa 400 milioni di euro di masse e 3 mila clienti”. Lo ha appreso BLUERATING da Luca Zannone, socio fondatore e consigliere delegato di GenesiULN sim.

L’AUMENTO DI CAPITALEZannone, che in Genesi ha anche la responsabilità del servizio di consulenza, è intervenuto in risposta a un recente articolo pubblicato da BLUERATING in merito all’aumento di capitale da 600mila euro deliberato proprio dalla sim napoletana (qui la notizia).

UNA STRADA IN SALITA – “A causa del perdurare della crisi da diversi anni siamo in salita, come qualunque altra società che intenda lavorare in questo paese”, ha spiegato Zannone. “Fortunatamente però abbiamo le idee chiare. Abbiamo la forza e la giusta determinazione per mettere a disposizione strumenti ed expertise ai pomotori che intendono vivere questa pofessione con entusiasmo”, ha aggiunto.

LA RICAPITALIZZAZIONE – Nei giorni scorsi il cda di Genesi ULN sim, guidato da Alfredo Sangiovanni, ha deliberato un secondo aumento di capitale – dopo quello dello scorso 27 giugno – per 600mila euro complessivi, mediante l’emissione di 600.000 nuovi titoli ciascuno del valore nominale di un euro. L’operazione dovrà essere chiusa entro la fine di giugno 2013.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti