PROMOTORI-SPECIALE APF: I candidati alle prove aumentano anche grazie ai bancari

A
A
A
di Redazione 4 Giugno 2013 | 09:00
La terza sessione del 2012 è stata quella con il più alto numero di partecipanti effettivi da quando è operativo l’Organismo.

DIVENTARE PROMOTORE – Nel 2012 la prova valutativa per diventare promotori finanziari si è articolata in tre sessioni, alle quali hanno partecipato 3.361 candidati su 3.957 domande di iscrizione presentate (di cui 3.942 confermate), con una percentuale di successi pari a circa il 36%. È quanto emerge dalla relazione annuale dell’Apf, presentata oggi a Roma. Gli aspiranti promotori idonei alla professione sono stati complessivamente 1.212. Senza tener conto dei ripetenti, cioè di quei soggetti che hanno sostenuto l’esame in più di una sessione nel corso dello stesso anno, gli aspiranti promotori sono stati 3.043 (furono 2.647 nel 2011).

Di seguito, l’andamento anno dopo anno delle sessioni d’esame (fonte: relazione Apf).

AUMENTO DELLE ISCRIZIONI – Secondo Apf, dunque, si è registrato un aumento delle iscrizioni alla prova rispetto all’anno precedente. In particolare, le domande sono aumentate del 10% rispetto al 2011 e sono diminuite del 23% in confronto al 2010 (anno in cui è stata prevista una sessione di prove in più) e del 3% sul 2009. Ancora in aumento la percentuale di effettiva partecipazione rispetto al numero complessivo di domande di iscrizione pervenute, che passa dal 78,4% nel 2011 all’85,3% nel 2012. Il voto medio dei partecipanti alla prova è stato complessivamente di 70/100, mentre quello degli abilitati di 88/100, tenuto conto che per superare il test è necessario raggiungere una votazione minima di 80/100.

IL CONTRIBUTO DEI BANCARI
– La terza sessione di prove nel 2012 è stata quella con il più alto numero di partecipanti effettivi (1.500) da quando è operativo Apf. Anche la prima sessione del 2013 ha stabilito un primato: il più elevato numero di iscritti (1.485) mai registrato da Apf in occasione di una prima sessione di prove valutative. Di questi il 51% sulla sola sede di Milano. Ha contribuito la forte partecipazione di dipendenti bancari appositamente preparati per sostenere la prova: oltre 1.000 iscritti, se si sommano tali presenze nella terza sessione di prove 2012 e nella prima sessione 2013.

UN TEST PER GIOVANI
– L’età media degli iscritti alle prove del 2012 è di 34 anni, dato che si è mantenuto stabile negli ultimi anni. Circa il 71% dei candidati si distribuisce tra i 18 e i 40 anni di età, mentre il 34% è costituito da giovani sotto i 30 anni. Focalizzando l’attenzione sui neopromotori under 30, nel 2012 sono risultati idonei 348 giovani di cui, al termine del primo trimestre del 2013, il 78% risulta iscritto all’Albo e di questi il 60% ha sottoscritto un mandato a operare. Nel quadriennio compreso fra il 2009 e il 2012, la percentuale sale al 67% sul totale dei giovani abilitati (pari a 1.380 unità).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti