Banca Mediolanum sostiene l’innovazione con Singularity University

A
A
A

Lo racconta Oscar Di Montigny, direttore marketing della banca: “Abbiamo deciso di sostenere Singularity University perché intendiamo operare con i network più innovativi del pianeta”.

di Elisa Zeri29 gennaio 2016 | 10:25

LA COLLABORAZIONE – “Abbiamo deciso di sostenere Singularity University perché intendiamo operare con i network più innovativi del pianeta, che trasformeranno i mercati, l’economia e la società già a partire da questo momento”. La racconta così sulla sua pagina Facebook l’incisiva esperienza che Oscar Di Montigny, direttore marketing, comunicazione e innovazione di Banca Mediolanum, ha fatto per un paio di settimane presso l’università del cambiamento della Silicon Valley, a Moffett Field, California. “A studiare il futuro del mondo”.

MA COS’È LA SINGULARITY UNIVERSITY?
– Una organizzazione fondata nel 2008 da Peter Diamandis e Ray Kurzweil con l’obiettivo (recita la presentazione ufficiale) di “educare, ispirare e dare la forza ai leader di utilizzare le tecnologie esponenziali per far fronte alle grandi sfide dell’umanità”. Così, a un costo non certo alla portata di tutti (si parla di 12,5mila dollari per due settimane, volo escluso), si può condurre un’importante esperienza: si visitano aziende, incubatori e start up e si sta otto giorni all’interno del campus universitario. Così Mediolanum ha deciso di ospitare l’evento “Italian Alumni Reunion Milan”. Spiega Di Montigny: “l’idea è partita da me e mi sono fatto promotore di questa azione di divulgazione in banca. A nostre spese abbiamo ospitato un evento organizzato e patrocinato da Singularity”. Lo spazio è stato quello dell’aula Baldini, sala plenaria della Mediolanum Corporate University.  Continua: c’è un aspetto logistico che è molto interessante dato che questo è il ‘resarch camp’ della Nasa, è il luogo dove studiano gli astronauti ed è molto affascinante. Si vive in una piccola comunità di circa 80 persone, eravamo solo due italiani a conferma che gli italiani sono poco sensibili a certe tematiche”. È una full immersione che comincia alle 7 con della ginnastica e finisce dopo cena, la parte mattutina e extraserale è facoltativa. Continua: “dopo la colazione si fa lezione con esperti di estrazione imprenditoriale e scientifica che condividono approfondimenti sulla tecnologia applicata a tanti settori, dell’industria e della ricerca scientifica, fintech, robotics, nanotecnologia. C’è poi interazione con la sala, workshop. Si producono idee, in una dimensione anche ludica. È un’esperienza che non ha il proposito di specializzare in qualche settore bensì avere una prospettiva a 360° su quanto sta accadendo nel mondo. Poi sta alla sensibilità del singolo agire e fare le connessioni del caso. Il focus è molto sull’innovazione, sui prossimi megatrend”.

CROWDFUNDING PER FINANZIARE L’ESPERIENZA – Nel corso della serata è stato presentato e lanciato il crowdfunding per “Global Impact Competition 2016 Italia”, il concorso grazie al quale verrà assegnata una borsa di studio per partecipare al programma GSP-Graduate Studies Program, un corso interdisciplinare post-laurea di dieci settimane, che propone l’approfondimento di materie scientifiche e tecnologiche. “Noi diamo un contributo importante”, continua Di Montigny. L’incasso viene devoluto alla borsa di studio. L’obiettivo di questo tipo di università è quello di riunire ed educare menti brillanti, ispirando una nuova generazione di leader, capaci di avere un impatto sull’umanità intera con i loro progetti innovativi. Per questo motivo ogni anno riceve innumerevoli candidature da tutto il mondo. Oltre a Di Montigny sono intervenuti: Chiara Giovenzana- Director of Community Engagement di Singularity University; David Orban, Chapter Ambassador di Singularity University; Fabia Timaco, Storyteller; Federico Pistono, Founder e Ceo di konoz; Rita Pizzi, ricercatrice dell’Università degli Studi di Milano. David Orban ha detto: “le tecnologie e l’innovazione possono influire positivamente sulla società e sulla vita di ognuno, in tutti i settori. Una serie di eventi organizzati a Milano con cadenza mensile hanno proprio lo scopo di riunire e coinvolgere tutta la comunità di innovatori italiani e far toccare con mano, a coloro che vogliano partecipare, il nuovo che avanza”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Anche Banca Mediolanum e Widiba con Google Pay

La grande festa sta per finire?

Mediolanum Investment Banking advisor per DBH Holding

Giugno sugli scudi per Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, maggio dieci e lode

Doris (B.Mediolanum): “L’incertezza può frenare i Pir”

Banca Mediolanum diventa Nomad

Banca Mediolanum, aprile a forza 12

Bimbi in ufficio a Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, pagamenti più facili con un Plick

Fininvest-Mediolanum, punto a Berlusconi

Banca Mediolanum, Pac più che triplicati

Bozzolin (B.Mediolanum): “Rapporto umano al centro”

Banca Mediolanum, lo scatto di Doris nel nuovo spot

Doris (Banca Mediolanum): “La nostra agenda per la crescita”

BLUERATING in edicola. Doris (Mediolanum): “Una banca per l’Italia”

A febbraio corre la raccolta di Banca Mediolanum

Doris, rivoluzione in cassaforte

I re del web, la scalata dei Doris

Pir, chi ha vinto lo scudetto

Banca Mediolanum: masse su, utile giù

ConsulenTia18/Bosisio (Mediolanum): “La burocrazia non seppellirà la consulenza”

Gli italiani e il risparmio, se ne parla sul canale di Banca Mediolanum

Mediolanum CU, poker di appuntamenti per Centodieci è Ispirazione

Mediolanum, che raccolta a dicembre. Fideuram ISPB leader sui 12 mesi

Banca Mediolanum, brand che spacca

Doris: Mediolanum, banca delle Pmi

Banca Mediolanum, dominio sull’Aim grazie ai Pir

Banca Mediolanum a quota 109 family banker nel 2017

Consob, radiazione nel milanese

Banca Mediolanum, 2017 record per la raccolta

Lady Doris, il tesoro si ingrossa

Banca Mediolanum, Ennio e Massimo Doris insieme nel nuovo spot

Ti può anche interessare

Widiba mette radici a Erba

Inaugurazione sabato 26 maggio di una nuova filiale con 4 consulenti finanziari ...

Consulenti, come migliorare il proprio brand su internet

Tante le possibilità di migliorare il proprio marchio personale attraverso i social. ...

Multilife, quando i valori non hanno età

Anni di risultati e un importante piano di sviluppo. Ma i valori della società, spiega il president ...