Fineco, la consulenza secondo Albanese

A
A
A
di Andrea Telara 4 Aprile 2016 | 07:33
Il direttore commerciale della banca diretta del gruppo Unicredit apre all’ingresso delle persone giuridiche nell’albo dei professionale dei consulenti

FINALMENTE L’ALBO – “Dopo anni di attesa siamo arrivati all’approdo auspicato”. Così Mauro Albanese, direttore commerciale di Fineco Bank, ha commentato in un intervista a Repubblica- Affari&Finanza la nascita dell’albo dei consulenti finanziari. Si tratta di una riforma che, ha detto in sostanza Albanese, riconosce ai professionisti della consulenza un ruolo più ampio di quello dei collocatori di prodotti. Sulla Mifid II, invece, Albanese ha affermato di non ritenere un problema lo slittamento di un anno dell’introduzione della direttiva, visto che ormai il percorso è tracciato.

SOCIETA’ INCLUSE – Il direttore commerciale di Fineco ha inoltre aperto all’ipotesi che le persone giuridiche entrino dentro l’albo dei consulenti finanziari, purché vengano definite con chiarezza le responsabilità dei singoli professionisti, in caso di problemi con la clientela. Per Albanese, infatti, occorre non abbassare la guardia nella trasparenza delle relazioni tra società mandante e singoli consulenti. L’ingresso nell’albo di strutture troppo articolate, infatti, potrebbe creare problemi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Esame per l’albo dei cf, la scadenza per la prova di Milano

Intesa Sanpaolo assume 500 consulenti (a metà)

Albo consulenti finanziari, tutte le prossime scadenze

NEWSLETTER
Iscriviti
X