B. Generali PB, che colpaccio a Roma ai danni di Bim

A
A
A
di Marco Muffato 14 Ottobre 2016 | 06:00
La struttura guidata dal sales manager Bruno Manera ha ingaggiato due professionisti, padre e figlia, che opereranno negli uffici della centralissima Via Veneto.

PORTAFOGLISTI DOC – Che colpo nel reclutamento per Banca Generali Private Banking a Roma. Negli uffici di Via Veneto entra una figura molto conosciuta nella sfera del privatebanking capitolino. Si tratta di Roberto Zecca, manager sessantenne di Bim dove ha ricoperto per anni il ruolo di capo area prima di concentrarsi sui propri clienti insieme alla figlia Valentina che passa anch’ella nella rete guidata dal sales manager Bruno Manera (nella foto). In Banca Intermobiliare entrambi gestivano portafogli complessivi per conto della clientela nell’ordine dei 100 milioni. Zecca, che vanta esperienze pregresse in divisioni private di banche come Bpm e Credem, oltre alla cura della propria clientela va a supportare il manager Arnaldo Cozzani nei processi di inserimento e valorizzazione dei private banker sul territorio. “Siamo felici di avere con noi Roberto che è un professionista apprezzato e stimato per la grande esperienza e per la profonda conoscenza delle tematiche del private banking”, spiega Manera che aggiunge: “l’attenzione ai nuovi servizi di wealth management e alla centralità che viene data ai professionisti nella nostra realtà sono stati gli elementi che ne hanno guidato la scelta, intravedendovi elementi di forza delle proprie competenze”.


Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, it’s Time to change

Generali, per i soci è tempo di mostrare le carte

Consulenti, ecco le banche-reti più “cattive”

NEWSLETTER
Iscriviti
X