Il caso di Wibsey, la città con un solo sportello bancario

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia 13 Agosto 2020 | 10:42

Immaginate una città di 100mila abitanti, un po’ come Piacenza o Ancona, e un unico sportello bancario, lo credereste possibile? Ebbene sì, questo è quello che accade a Wibsey, un’area appartenente al distretto di Bradford nel West Yorkshire, Inghilterra.

A parlare di questa particolare cittadina è un articolo del Sole 24 Ore scritto da Simone Filippetti, di cui riportiamo le osservazioni e considerazioni.

Vagando per la città, lungo la High Street, ovvero una delle vie principali, si scorge un’insegna rossa con il logo Santander, filiale del colosso bancario spagnolo che anni fa ha comprato la banca inglese Abbey National. Questo è l’unico sportello bancario presente sul territorio e un cartello all’entrata indica che la filiale rimane aperta solo due giorni a settimana e solo dalla 10 alle 14.

Ovviamente se c’è bisogno di prelevare gli ATM, sportelli automatici, sono ancora presenti, ma se si ha bisogno di parlare con qualcuno, le soluzioni sono essenzialmente tre: o aspettare il prossimo giorno di apertura della filiale (e questo potrebbe anche voler dire attendere una settimana), fare una telefonata (così come riportano alcune signore locali) o bisogna dirigersi a Bradford. E in effetti se si va nella città, nelle vie principali si possono trovare diversi filiali aperte. Tuttavia, anche in questo caso, se appena ci si allontana un po’ dal centro, non si trova già più nulla.

Ricordiamo che sia Wibsey che Bradford non sono aree disabitate: la prima, anche se all’apparenza potrebbe ricordare un villaggio bucolico con casette in stile vittoriano e giardinetto annesso, “è sede di un collegio elettorale e conta 100mila abitanti” (così viene indicato nell’articolo sopra citato), mentre nella seconda, dagli ultimi dati disponibili, sembrano risiedere quasi 300.000 persone.

Come dichiarato da Filippetti, “fette sempre più grosse di popolazione in Gran Bretagna non hanno uno sportello raggiungibile a piedi e non ha più un gestore di riferimento. Le filiali chiudono perlopiù nelle zone meno ricche e marginali del paese, che così però diventano sempre più marginalizzate. Negli ultimi 5 anni, dal 2015 al 2019, in UK sono state chiuse 3300 filiali”.

E’ vero, oggi la maggioranza delle operazioni bancarie è possibile farle online, ma a questo punto bisogna tenere in considerazione il concetto di digital divide. Le persone più anziane o svantaggiate potrebbero non riuscire ad utilizzare in modo semplice le nuove tecnologie o molti potrebbero trovarsi in difficoltà nel richiedere un prestito senza avere qualcuno in carne ed ossa con cui confrontarsi. Si delinea così una nuova declinazione del concetto di gap digitale. Stiamo parlando del banking divide.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X