Azimut, una rinascita a Palermo

A
A
A
di Redazione 16 Luglio 2021 | 13:27

A Danisinni, borgo urbano di Palermo, continua l’opera di rinascita del quartiere voluta dalla comunità del Rione, un’area rurale compresa nel tessuto urbano tra le vie Cappuccini, Cipressi, Colonna Rotta e piazza Indipendenza. 

Il 16 Luglio 2021 alle ore 19.00, presso la Parrocchia S. Agnese V.M. in piazza Danisinni si inaugura il Borgo Sociale e il Cortile del Buon Samaritano. I lavori, che hanno restituito alla comunità di Danisinni spazi abbandonati destinandoli ad attività sociali e di accoglienza, sono stati realizzati con il coinvolgimento degli abitanti il rione, della Comunità dei Sant’Agnese, che dal 2015 ha intrapreso un’opera di restituzione paesaggistica e strutturale del quartiere, e con il sostegno di Fondazione Azimut.

Fondazione Azimut è un ente filantropico che opera dal 2011 nel contrasto alla povertà e che viene finanziata prevalentemente dal Gruppo Azimut (gestione del risparmio) mediante la destinazione dell’1% degli utili annui.

Il Borgo sociale e il Cortile del Buon Samaritano sono i nuovi spazi di accoglienza e di incontro che nascono nel complesso parrocchiale S. Agnese di Danisinni in continuità con il Parcofattoria, una struttura agricola con finalità aggregativa ed educativa. Parcofattoria, attivo da alcuni anni, coinvolge lavoratori fragili e volontari del quartiere nella produzione di ortaggi sui un’area di campagna facenti parte del rione.

L’intervento di ristrutturazione, fortemente voluto dal Parroco di Sant’Agnese, fra Mauro Billetta, ha trasformato alcuni ruderi in palazzine che, oltre ad abitazioni per situazioni di emergenza, accolgono diverse attività. Al piano terra del Borgo Sociale sarà ospitato un laboratorio per la primissima infanzia, funzione indispensabile in un rione dove su oltre 2.000 abitanti ci sono 290 neonati. In spazi adiacenti sarà ospitata l’associazione delle famiglie con bambini con bisogni speciali.

Nell’area del Cortile del Buon Samaritano è stato creato il poliambulatorio parrocchiale e il centro di sostegno psicologico oltre a un’area di accoglienza di ospiti in situazioni di emergenza.

Il nuovo Danisinni guarda anche a un turismo consapevole e sociale, aprendo le porte ai visitatori esterni.  L’Emporio dei Sapori che propone i prodotti del rione e dell’Orto Sociale.

L’inaugurazione della struttura si terrà il 16 luglio, alle ore alle 19.00.

Prenderanno parte all’ evento autorità civili e religiose tra cui il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, e il ministro provinciale dei Cappuccini di Palermo, fra Salvatore Zagone, il presidente dell’Associazione “insieme per Danisinni” Sebastiano Morello, Marco Lori presidente della Fondazione Azimut con Pietro Marcianò referente di Fondazione Azimut a Palermo, il Parroco della Parrocchia Sant’Agnese V.M. fra Mauro Billetta.

La conversazione iniziale verrà moderata dalla giornalista Alli Traina.

Dopo la presentazione, vi sarà la visita ai nuovi locali parrocchiali e un momento conviviale nel Parcofattoria. Alle 21,30 il coro di Danisinni introdurrà con un brano inedito l’esibizione dell’attore Gigi Borruso che interpreterà un suo monologo interveranno inoltre i musicisti Giacco Pojero e Nino Vetri della “Banda di Palermo”. La serata sarà accompagnata dalla musica del maestro Michelangelo Mazzari. Alle 22,00 nell’atrio parrocchiale sarà proiettato il cortometraggio “Rosalia a Danisinni” per la regia di Gigi Borruso

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, un finanziamento per il “made in Italy”

Consulenti, ecco le banche-reti più “cattive”

Azimut, shopping nella dermocosmesi

NEWSLETTER
Iscriviti
X