Mps, conversione dei bond riaperta (forse) ai piccoli investitori

A
A
A
di Andrea Telara 12 Dicembre 2016 | 08:55
Il Monte dei Paschi di Siena punta a offrire anche ai risparmiatori privati la trasformazione in azioni delle loro obbligazioni subordinate. E’ un ultimo tentativo per salvarsi, prima dell’intervento pubblico.

ULTIMO TENTATIVO – Il Monte dei Paschi di Siena ha riaperto l’offerta di conversione dei bond subordinati in azioni, allargandola anche ai risparmiatori privati, dopo averla già conclusa la scorsa settimana per gli investitori istituzionali. I titoli oggetto dell’offerta sono in mano a 40mila investitori e valgono nel complesso circa 2,16 miliardi di euro. Si tratta di un ultimo tentativo di salvataggio dopo che il piano di ristrutturazione della banca ha subito un intoppo non da poco. Dopo aver raccolto 1 miliardo di euro convertendo i bond subordinati in mano agli investitori istituzionali, Mps avrebbe dovuto infatti rastrellare almeno 2 o 3 miliardi da una serie di anchor investor internazionali, tra cui il fondo sovrano del Qatar. Le trattative sono finite però in stand-by con la crisi di governo e ora Mps è a caccia disperata di soldi per coprire il suo fabbisogno di nuovo capitale che ammonta 5 miliardi di euro. Crescono le probabilità che la banca venga salvata con un intervento pubblico.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, Mps: il peso degli sportelli

Banche: il risiko sostiene il settore a Piazza Affari

Unicredit-Mps, il Tesoro allunga le trattative

NEWSLETTER
Iscriviti
X