Consulentia 17/ Mifid 2, Foti (FinecoBank): “La trasparenza dei costi al cliente? Problema reale ma superabile”

A
A
A
di Marco Muffato 16 Febbraio 2017 | 14:20
L’amministratore delegato della società del gruppo Unicredit, nella video intervista a Bluerating.com, esprime riserve sulle previsioni della Mifid 2 che costringono gli operatori a puntare sulla consulenza non indipendente e a fare i conti con una maggiore pressione sui margini.

Alessandro Foti, amministratore delegato di FinecoBank, dice la sua ai microfoni di Bluerating.com sulla Mifid 2 e le difficoltà che l’entrata in vigore della direttiva nei vari paesi europei porrà agli operatori della consulenza finanziaria. Foti ha centrato la sua analisi su tre punti: approccio pragmatico alla normativa puntando formalmente sulla consulenza su base non indipendente ma sostanzialmente continuando a offrire anche la consulenza su base indipendente così come fatto fino a oggi. L’a.d. di FinecoBank si è poi soffermato sul tema delicato della trasparenza dei costi che i consulenti devono comunicare ai clienti e sulla pressione dei margini attesa dal nuovo contesto operativo indotto dalle nuove regole.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bonus ai consulenti, i magnifici 10 di Fineco

Fineco sfiora i 6 miliardi

Consulenti Fineco, quanti clienti in condivisione

NEWSLETTER
Iscriviti
X