Etf, il Pil USA non basta

A
A
A
di Biagio Campo 30 Gennaio 2009 | 17:10
Cina e India guidano i rialzi, mentre l’Europa chiude in ribasso, dopo una seduta volatile, che ha visto la pubblicazione del Pil Usa del quarto trimestre 2008, in calo del 3,8%, contro attese per 5,5%.Il tonfo del Giappone viene raffreddato dal rialzo dello yen. Sempre poco scambiati gli Etf sull’Africa, nonostante il generale interesse per il continente.

La giornata si è aperta con l’ennesimo tonfo di Tokio (Nikkei 225 -3,12%), che non si è riflesso sui corrispondenti Etf, grazie alla debolezza dell’Euro, oggi trattato a 115 contro yen; [s]Ishares[/s] Msci Japan (-0,8%), [s]Db-X-Trackers[/s] Msci Japan Trn Index Etf (-0,74%), [s]Lyxor[/s] Etf Japan Topix (-1,11%).

Bene le borse cinesi, che chiudono in rialzo dopo la settimana di scarsi scambi, paralizzata dai festeggiamenti per il capodanno; Db X-Trackers Ftse/Xinhua China 25 (+2,54%), Ishares Ftse/Xinhua China 25 (+1,7%), Lyxor Etf China (+1,83%), Lyxor Etf Hong Kong Hsi (+1,06%).

Vivace Bombay con il Sensex che chiude in progresso di due punti percentuali, nonostante la trimestrale sotto le attese di Tata Motor, che ha evidenziato la prima perdita (54 milioni di dollari, rispetto all’utile di 95 milioni del corrispondente periodo del 2007) degli ultimi sette anni; Db X-Trackers S&P Cnx Nifty Etf (+4,04%), Lyxor Etf Msci India (+1,5%).

L’effetto positivo del dato sul Pil Usa del quarto trimestre 2008, in calo del 3,8 per cento, ma comunque superiore alle attese che lo davano in crollo del 5,5 per cento, si sgonfia presto,
per i timori che continuano a rimanere sullo stato dell’economia mondiale; Ishares Dj Stoxx 50 (-0,4%), Ishares Msci World (-0,91%).

I piani di aiuti che i diversi governi sembrano costretti a dover mettere in atto e l’ipervenduto della settimana aiutano il settore auto, Lyxor Etf Dj Stoxx 600 Automobiles&Parts (+1,93%).

Continua ad esserci grande interesse, nel mondo del risparmio gestito, per l’Africa, tuttavia sono ancora scarsi gli scambi sui corrispondenti Etf quotati, che oggi chiudono in calo.
Il Lyxor Etf Pan Africa (-2,76%) è composto da titoli quotati su mercati africani e/o di società che svolgono in via principale attività in Africa. Da un punto di vista geografico, l’Indice si compone per un terzo di azioni di società della Repubblica Sudafricana, per un altro terzo di società quotate o che svolgono in via principale la loro attività nei Paesi del Nord Africa e per l’ultimo terzo di società che svolgono invia principale la loro attività nell’Africa subsahariana – esclusa la Repubblica Sudafricana; mentre il Lyxor Etf South Africa Ftse Jse Top 40 (-1,1%) è costituito dalle 40 più grandi società quotate a Johannesbourg.

La debolezza dell’Euro contro dollaro e sterlina da slancio ai rispettivi indici di liquidità; Db X-Trackers Ii Fed Funds Effective Rate Tri Etf (+1,67%), Db X-Trackers Ii Sonia Total Return Index Etf (+1,99%). 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti