Etf – Le small cap europee

A
A
A
Avatar di Fabio Coco 14 Luglio 2009 | 09:20
Il PowerShares FTSE RAFI Developed Europe Mid-Small Fund investe sui titoli azionari delle più importanti società a medio-piccola capitalizzazione di mercato. Rispetto al trend del 2008 o del mese di marzo 2009, l’etf mostra quotazioni in ripresa, piccolo segnale di un recupero dei mercati azionari e delle small cap in generale.

Il PowerShares FTSE RAFI Developed Europe Mid-Small Fund (IE00B23D8Y98), lanciato da Invesco PowerShares il 3 dicembre 2007, ha l’obiettivo di replicare la performance dei titoli azionari europei small cap, compresi nel sottostante FTSE RAFI Developed Europe Mid-Small. I quattro indicatori utilizzati per selezionare le società comprese nell’indice di riferimento sono: patrimonio netto, flusso di cassa, vendite e dividendi. I titoli azionari con i fondamentali più solidi vengono ponderati in base al punteggio calcolato su tali valori. Il portafoglio viene ribilanciato e ricostituito su base annuale. Il valore delle azioni può aumentare o diminuire, pertanto gli investitori potrebbero non essere in grado di recuperare l’importo iniziale. Attualmente, l’indice ricomprende 607 titoli al suo interno.

A fine aprile, questo etf ha avuto asset in gestione per 1,74 milioni di euro. Il 9 luglio questo fondo ha guadagnato lo 0,41% rispetto alla precedente giornata di borsa, quotando a 5,792 euro, contro i 5,768 dell’8 luglio. Rispetto al benchmark di Bluerating, l’indice MSCI Europe Small Mid, al 9 luglio questo etf mostra un tracking error volatility pari al 6,20%.

Al 9 luglio, su mille euro investiti un anno addietro, l’etf ne corrisponde attualmente 731,3, in rialzo dal ribasso del 9 marzo, in cui ne rimborsava 530,5. Nel 2008, il PowerShares FTSE RAFI Developed Europe Mid-Small Fund ha avuto un rendimento a 12 mesi negativo, pari al -50,36%. Da inizio anno, tuttavia, l’etf è in netta ripresa, guadagnando al 9 luglio il 17,83% (year to date). Infine, il beta dello strumento è superiore all’unità, pari ad 1,14.

L’etf presenta un total expense ratio (TER) annuo pari allo 0,50%. Il trend negativo seguito dall’etf nel 2008 ed a marzo 2009 è spiegabile con il generale contesto di crisi che ha caratterizzato i mercati finanziari ed azionari in particolare. Di conseguenza, anche le società a medio-piccola capitalizzazione hanno risentito negativamente del contesto economico.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Spread ancora in salita. Gli Etf per approfittarne a Piazza Affari

Etf, da Amundi otto nuovi Etf “responsabili”

Mercati: colpo di reni per l’oro. I prossimi target e gli Etc a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X