Etf, da Franklin Templeton un innovativo prodotto legato agli emergenti

A
A
A
di Redazione 1 Luglio 2022 | 09:07

Franklin Templeton è lieta di annunciare il lancio del Franklin Catholic Principles Emerging Markets Sovereign Debt UCITS ETF all’interno della sua gamma Franklin LibertySharesTM, il primo del suo genere nel mercato europeo. Questo lancio porta a sette nella gamma il numero di strategie conformi agli articoli 8 e 9 in materia SFDR dell’UE.

Questo nuovo ETF Smart Beta Articolo 8 si basa sull’ICE BofA Diversified Emerging Markets External Debt Sovereign Bond Index ed investe in debito sovrano denominato in Euro e Dollari USA emesso dai paesi dei mercati emergenti. Esclude le obbligazioni emesse da paesi che ottengano un punteggio scarso in base ai seguenti criteri identificati dal fornitore dell’indice come principi Cattolici Romani: integrità morale dei governi, giustizia sociale, abolizione della pena di morte e cura per il pianeta sulla base di dati ambientali, sociali e di governance. Il nuovo ETF adegua inoltre il peso dei titoli in portafoglio per ridurre le sue emissioni di carbonio complessive rispetto all’Indice.

L’ETF Franklin Catholic Principles Emerging Markets Sovereign Debt UCITS ETF è stato quotato alla Deutsche Börse Xetra (XETRA) il 28 giugno, su Borsa Italiana viene quotato oggi giovedì 30 giugno e sarà quotato il 1° luglio al London Stock Exchange (LSE). L’ETF sarà registrato nel Regno Unito, in Austria, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Spagna e paesi nordici.

Caroline Baron, Head of ETF Business Development, EMEA, Franklin Templeton ha commentato: “Siamo lieti di presentare questo nuovo ETF sul Debito Sovrano Sostenibile con la commissione più bassa per gli investitori europei. Con questa offerta abbiamo creato un indice personalizzato e collaborato con un consulente etico per garantire ai clienti l’accesso ad un ETF supportato dalle dimensioni e dalle risorse di Franklin Templeton. La combinazione di esclusioni basate sui valori cattolici ed un processo di screening per le opportunità di decarbonizzazione che compone l’universo investibile di questo ETF dovrebbe attrarre una vasta gamma di investitori che cercano di ampliare il proprio portafoglio di investimenti sostenibili”.

I costi

L’ETF fornirà agli investitori europei un’esposizione al debito sovrano dei mercati emergenti efficiente in termini di costi, conforme agli OICVM, in linea con i principi Cattolici Romani e offre il più basso coefficiente di spesa totale (TER) in Europa per la rispettiva categoria pari allo 0,35% (il TER è in media inferiore dell’11% rispetto agli altri ETF OICVM dei mercati emergenti).

Il gestore

Rafaelle Lennox, Vice President, Senior ETF Product Specialist, Franklin Templeton ha aggiunto: “Questo nuovo ETF offre agli investitori un’opportunità più ampia nell’ambito del debito dei mercati emergenti. Nonostante i rendimenti più bassi tra le obbligazioni dei mercati sviluppati, molti paesi dei mercati emergenti hanno un basso rapporto debito/PIL, pur continuando a fornire rendimenti più elevati rispetto alle loro controparti dei mercati sviluppati. Inoltre, le obbligazioni dei mercati emergenti hanno avuto correlazioni relativamente basse con le azioni rispetto alle asset class tradizionali, quindi l’allocazione a questo ETF può contribuire a migliorare la diversificazione complessiva del portafoglio”.

Il nuovo ETF sarà gestito da John Beck, Senior Vice President e Director of Global Fixed Income di Franklin Templeton Fixed Income che lavora presso l’ufficio di Londra.

Antonio Gatta, Institutional Sales Director di Franklin Templeton ha commentato: “Oltre che doveroso, oggi è possibile indirizzare in modo etico le attività economiche e finanziarie. Con il listing di questo ETF su Borsa Italiana la nostra offerta si arricchisce di una strategia che guarda all’etica della finanza ed a difendere i diritti delle generazioni future nel rispetto delle esigenze del presente. Condividiamo l’idea che l’etica appartenga alla finanza e che alimenti la sostenibilità creata dagli investimenti ESG. Questo ETF è innovativo in quanto investe nel debito sovrano emergente in valuta forte utilizzando uno screening approvato da Nummus.Info secondo le Linee Guida della Conferenza Episcopale Italiana che portano all’esclusione dei Paesi nei quali è presente la pena di morte e la corruzione, e dove esistono atteggiamenti discriminatori nonché regimi totalitari. Inoltre l’ETF mira a una riduzione delle emissioni di carbonio di almeno il 30% rispetto al parent index. L’approccio della strategia è infatti quello di unire responsabilità civili, principi morali nei confronti della società, dell’ambiente, della governance, per contribuire a far progredire un’economia che possa prendersi cura della “nostra casa comune”. Coerenti con il nostro intento di fornire soluzioni uniche e personalizzate ai nostri clienti, riteniamo che questa tipologia di investimento sia una risposta alle esigenze della clientela istituzionale che è sempre più spesso in cerca di investimenti ESG e che si dimostrino utili per la comunità. Questo ETF sarà infatti art. 8 secondo la SFDR”.

Demis Todeschini, Senior ETF Sales Specialist per l’Italia, Franklin Templeton ha concluso: “Nell’interazione quotidiana con i nostri clienti abbiamo notato l’esigenza dell’adozione di un accurato approccio ESG nel contesto del debito dei mercati emergenti rafforzatasi a seguito delle attuali tensioni geopolitiche. Un allineamento valoriale che oggi è diventato quanto mai necessario considerando semplicemente elementi come libertà civili, politiche e di stampa che un investitore vorrebbe che fossero presenti nei paesi di cui va ad acquistare il debito. Questo in aggiunta ad evidenze che ci ricordano come le metriche ESG siano lo specchio della sostenibilità e competitività di un paese nel lungo termine. Siamo lieti quindi di poter offrire su Borsa Italiana questo ETF che fornisce un’esposizione in obbligazioni governative dei mercati emergenti in valuta forte che rispettano screening di criteri etici di giustizia sociale, responsabilità ambientale e buon governo approvati da Nummus.Info secondo le Linee Guida CEI”.

Franklin LibertyShares™, la piattaforma ETF globale di Franklin Templeton, consente agli investitori di perseguire i risultati desiderati attraverso una gamma di ETF attivi, smart beta e passivi. Supportata dalla forza e dalle risorse di uno dei maggiori gestori patrimoniali del mondo, la piattaforma globale ETF ha oltre 12 miliardi di dollari di asset in gestione a livello globale al 31 maggio 2022.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti