Nuovo Etf monetario dal 10 ottobre

A
A
A
di Francesco Biraghi 9 Ottobre 2008 | 14:33
A partire da domani, venerdì 10 ottobre, sarà disponibile sulla piattaforma di Borsa Italiana un nuovo Etf monetario promosso da Invesco PowerShares, che investe in titoli governativi con rating elevato e a breve termine.

Si tratta dell’Etf PowerShares EuroMTS Cash 3 Months, che replica l’indice EuroMTS Government Bill, investendo unicamente in titoli governativi con una scadenza residua compresa tra 0 e 6 mesi, senza ricorrere a strumenti derivati e swap

L’obiettivo è quello di ottenere rendimenti simili ad un indice monetario attraverso uno strumento d’investimento che utilizza titoli con il massimo rating creditizio di Standard & Poor’s (A-1+) per la scadenze a breve termine. L’indice investe in obbligazioni governative europee con una scadenza residua (maturity) compresa tra 0 e 6 mesi, selezionando i titoli che godono del massimo rating creditizio di S&P per le scadenze a breve termine, A-1+. La valuta di base dell'[a]Etf[/a] è l’euro.

L’indice EuroMTS Government Bill rappresenta 7 Paesi europei la cui singola esposizione non può superare il 34,5%: Francia, Germania, Spagna, Italia, Belgio, Olanda e Portogallo. I titoli inseriti all’interno dell’indice devono necessariamente soddisfare i seguenti criteri:
1) Titolo governativo emesso in Francia, Germania, Spagna, Italia, Belgio, Olanda e Portogallo.
2) Titolo quotato attivamente sulla piattaforma MTS.
3) Scadenza residua dei titoli non superiore ai 6 mesi.

Il prodotto ha un TER dello 0,15% su base annua. Il Total Expense Ratio si usa per misurare i costi e le spese effetive di un fondo, ed è un indicatore che esprime i costi sostenuti nell’arco di un anno considerato in percentuale del patrimonio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf: si profila un anno da record

Etf, State Stret lancia la classe con copertura in euro del Corporate Esg US

Banche, proroga UE sulla cartolarizzazione dei crediti in sofferenza. Gli Etf sul settore

NEWSLETTER
Iscriviti
X