Niche Am debutta con il fondo sull’Asia

A
A
A
Francesca Vercesi di Francesca Vercesi17 gennaio 2019 | 14:45

Entro la fine del mese di gennaio la società di gestione londinese Niche Asset Management lancerà sulla piattaforma lussemburghese Pharus il suo primo fondo comune di investimento, il Pharus Asian Niches. Si tratta di un fondo flessibile bilanciato Ucits focalizzato per lo più sull’Asia. La componente azionaria è organizzata come un laboratorio composto da nove portafogli diversi e indipendenti: otto sono focalizzati su nicchie value e uniche, ovvero segmenti di mercato trascurati, su cui a livello globale non esistono fondi o Etf, sebbene siano estremamente attraenti dal punto di vista valutativo. Il nono portafoglio è invece focalizzato sulla mobilità elettrica. «Sotto il cappello di Symphonia, siamo stati i primi a lanciare un prodotto dedicato e questo è un tema che studiamo da anni», spiega il fondatore Massimo Baggiani. Il peso dei 9 portafogli azionari potrà arrivare fino a un massimo del 70% del fondo. La componente obbligazionaria è invece impostata in modo classico, con un approccio estremamente diversificato e total return, capace di selezionare opportunità di rendimento a livello globale. Il team di Niche AM vanta 20 anni di esperienza sui mercati asiatici su cui ha un solido e verificabile track record. Inoltre, a tre settimane dall’Asian Niches, la società lancerà un fondo interamente dedicato al tema della mobilità elettrica, «settore destinato a rivoluzionare il mondo dei trasporti e, di conseguenza, la nostra società nei prossimi cinque anni», afferma. Niche AM nasce da Massimo Baggiani e da Andrea Andreis, team storico di Symphonia sgr, col supporto, tra gli altri, di Angelo Abbondio (il fondatore stesso di Symphonia sgr). La società, basata a Londra, ha ottenuto la licenza FCA per gestire fondi di investimento e mandati istituzionali nel corso del 2018. «La società ha un progetto innovativo per la creazione di prodotti molto particolari, sviluppati intorno a nicchie trascurate dal mercato, con caratteristiche value e di unicità. Sono aspetti del mercato molto interessanti su cui viene effettuata un’attività di ricerca approfondita che viene condivisa con l’investitore istituzionale o con il consulente finanziario», precisa Baggiani. E aggiunge: «viste le caratteristiche del fondo (value, contrarian, molto diversificato, bilanciato, flessibile) l’obiettivo è registrare una performance comparabile o superiore ai fondi azionari ma con una volatilità nettamente inferiore». La società parte con un seed di circa 20 milioni di euro ed è pronta a sviluppare partnership con primarie realtà finanziarie. Niche AM ha poi un progetto di più ampio respiro, Niche Jungle, una piattaforma che vuole anticipare e beneficiare della rapida evoluzione che avrà il risparmio gestito nei prossimi anni.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Candriam, al via la partnership con Ofi Asset Management

Nel management team del fondo CandriamRisk Arbitrage arrivano Fabienne Cretin e Stéphane Dieudonné ...

Fondi, il 2019 inizia con una ripresina

Flussi positivi pari a 600 milioni di euro per i fondi aperti ...

Vontobel: il Bull Market più lungo della storia, più volatilità e nuove opportunità

Sebbene il contesto macroeconomico rimanga favorevole, nove anni e mezzo sono un periodo lungo e alc ...