Art&Luxury, un fondo a regola d’arte

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia 16 Dicembre 2019 | 12:32

Art&Luxury, società formata da un gruppo di professionisti con esperienza all’attivo nel campo della finanza e dell’arte, lancia il fondo “Art&Luxury Investments Fund”: un RAIF costituito in Lussemburgo rivolto agli investitori professionali e istituzionali.
Il fondo, nato dopo uno studio approfondito del mercato e delle esigenze dei detentori di grandi portafogli, presenta ai wealth manager un’alternativa concreta per investire nel mondo dell’arte e del luxury con un approccio differente e innovativo. Il veicolo intende dare una risposta a chi cerca nuove formule di risparmio decorrelate rispetto ai mercati finanziari, offrendo una serie di peculiarità che lo rendono ancora più interessante.

Art&Luxury oltre alla valorizzazione degli attivi artistici detenuti in portafoglio ed alla classica attività di trading delle opere, usufruirà di practice in grado di dare maggiore visibilità al patrimonio artistico e generare un flusso economico costante, come il ticketing delle mostre temporanee e/o permanenti ed il prestito delle opere d’arte a musei e fondazioni, andando così a superare le tipiche criticità di questi asset finanziari normalmente illiquidi.

Uno dei principali pilastri su cui poggia Art&Luxury Investments Fund è il Dalì Universe, la società di Beniamino Levi che gestisce una delle più grandi collezioni private di opere d’arte di Salvador Dalí al mondo e che detiene, inoltre, la fonderia Perseo di Mendrisio ed il museo dedicato interamente all’artista catalano nel quartiere di Montmartre a Parigi. Art&Luxury ha avviato la sua partecipazione all’interno del Dalì Universe con l’acquisizione di una prima quota significativa, con l’intenzione di accrescere ulteriormente il suo impegno in futuro.

Francesco Colucci, Founder di Art&Luxury ha così commentato “Siamo partiti con l’idea di trovare all’interno del mercato dell’arte una strada mai percorsa prima, cercando di interpretare questo asset in una chiave moderna e più allineata alle nuove tecnologie del settore. I riscontri che stiamo ottenendo in occasione delle prime uscite stanno superando le nostre più rosee attese.”

“La novità che porta l’Art&Luxury Investments Fund” aggiunge Walter Goldoni, anch’egli Founder di Art&Luxury, “è quella di considerare l’opera d’arte non solo come strumento per il trading, ma anche come mezzo per generare cash flow attraverso il ticketing e il lending, andando quindi a superare il limite delle liquidità che solitamente questi strumenti mostrano”.

Il progetto viene supportato da una serie di collaborazioni professionali destinate a dare un valore aggiunto significativo in occasione della vendita e dell’acquisizione di opere oltre che nella valorizzazione del patrimonio artistico. Tra questi figurano: AD S.r.l. – Arte e Diritto, Lu.C.C.A – Lucca Center of Contemporary Art, La Scaletta – Circolo Culturale (Matera 1959) e il gruppo di gallerie d’arte Spirale Milano rappresentate da Massimo Ferrarotti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Investimenti, il futuro è sostenibile

La maggior parte degli investitori a livello globale integra attivamente i fattori ESG nei processi ...

Allianz GI, cambiamento ai vertici

Allianz Global Investors, uno dei principali asset manager attivi a livello mondiale, ha annunciato ...

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 12/03/2020

Ecco la migliore e la peggiore performance giornaliera nella categoria dei fondi di investimento c ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X