Risparmio gestito, che forza Azimut e Mediolanum

A
A
A
Avatar di Redazione 17 Settembre 2020 | 10:28
Un’analisi di Bank of America sugli asset manager quotati attivi in Europa ha messo in evidenza la performance tra aprile e giugno delle due realtà italiane. 

Nel secondo trimestre dell’anno buona parte degli asset manager hanno rialzato la testa. In Italia a tirare le fila ci sono Banca Mediolanum e Azimut, che hanno registrato una crescita del patrimonio in gestione rispettivamente del 10,9 e del 6,4%. Sono i numeri di un’analisi condotta da Bank of America sui gestori quotati e attivi nel Vecchio continente, la quale ha inoltre evidenziato come tra aprile e giugno scorsi i flussi sono cresciuti in media del 2,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno passato.

Lo studio, ripreso da un articolo di MF Milano Finanza, fa emergere però che il rilancio non è stato proprio uguale per tutti: è infatti il 65% del campione ad aver registrato una crescita degli attivi, soprattutto tra le società statunitensi. Gli asset manager a svettare nella classifica di Bank of America sono Morgan Stanley Investment Management (+18%), Cohen& Steers (+17%) e Artisan (+14%). Sul fondo della graduatoria, invece, Victory Capital (-38%), la svizzera Gam Investments (-22%) e Manning & Napier (-15%).

Nonostante l’anno difficile, Bank of America stima per la fine del 2020 una crescita media degli utili per azione del 5% guidata da Partners Group, Azimut e Standard Life Aberdeen. E, al termine della sua analisi, ha consigliato le azioni delle italiane Mediolanum e Azimut, oltre a quelle di Amundi, Partnerss Group, Julius Baer e Dws.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut: utile raddoppiato nel trimestre e reclutamento in crescita

Consulenti, fedeli alla rete con il bonus

Azimut, investimento all’ombra della Mole

NEWSLETTER
Iscriviti
X