Risparmio gestito, doppietta italiana nella raccolta

A
A
A
Avatar di Redazione 17 Febbraio 2021 | 12:16
Assogestioni ha divulgati i dati di raccolta del quarto trimestre 2020 inerenti al settore del risparmio gestito italiano.

L’industria del risparmio gestito ha raccolto complessivamente 14,57 miliardi di euro nel 2020, che hanno contribuito a generare un patrimonio gestito di 2.421,5 miliardi, toccando un nuovo record. Sono i dati definitivi diffusi dalla mappa trimestrale di Assogestioni, che seguono i preliminari dello scorso 28 gennaio.

In particolare Assogestioni sottolinea che la raccolta netta delle gestioni collettive è cresciuta di 30,2 miliardi, di cui 23,6 investiti nei fondi aperti, toccando un nuovo record dal 2017.

Tra le scelte di investimento delle famiglie italiane nel 2020 prevalgono i prodotti azionari (+18,8 miliardi), gli obbligazionari (+9,4 miliardi) e i bilanciati (+8,1 miliardi).

Nella raccolta del quarto trimestre, risultata pari a 223 miliardi a fronte di un totale effettivo di 14,6 miliardi, l’industria ha scontato un’operazione tecnica straordinaria del Gruppo Generali, già segnalata lo scorso dicembre. Un’operazione che influisce sulla raccolta solo per ragioni tecniche e che non è in alcun modo collegata a disinvestimenti della clientela.

A livello societario le migliori 3 performance in termini di raccolta netta del trimestre sono del gruppo Intesa Sanpaolo (6,6 miliardi, di cui 4,5 miliardi, oltre 2,1 miliardi da Fideuram e un contributo negativo da Pramerica per  74 milioni), di Poste Italiane (oltre 5,9 miliardi) e di Schroders (oltre 4,5 miliardi). Maglia nera del trimestre è invece di Generali con 29,7 miliardi di euro di deflussi. A proposito di tale dato, il gruppo del Leone alato ha divulgato una nota spiegando che “Tale dato non rappresenta un reale deflusso sui fondi gestiti dal Gruppo, ma è determinato da un’operazione di semplificazione amministrativa del servizio di gestione del portafoglio di un cliente istituzionale. L’operazione ha portato all’esclusione dal perimetro analizzato da Assogestioni di quote di fondi riservati, istituiti da terzi, che in precedenza erano inclusi all’interno di mandati assicurativi gestiti da Generali Insurance Asset Management SpA Società di gestione del risparmio (GIAM). GIAM continua ad agire come gestore delegato di circa il 90% degli stessi fondi per conto del cliente”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 24/02/2020

Zest, al via un nuovo fondo per cavalcare le Spac Usa

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 23/02/2021

NEWSLETTER
Iscriviti
X