Unipol e UnipolSai: il CdA approva il bilancio consolidato

A
A
A
di Redazione 25 Marzo 2022 | 10:25

Il CdA di Unipol Gruppo ha approvato il bilancio consolidato integrato 2021  confermando i risultati preliminari già comunicati lo scorso 11 febbraio.

Nel dettaglio, l’utile è pari a 796 mln di euro e il dividendo proposto ammonta a 0,30 euro. 862 mln di euro rappresentano poi gli investimenti a sostegno dell’Agenda 2030 (+41%), rafforzati l’integrazione dei fattori Esg nel business e l’impegno per la sostenibilità.  Nel dettaglio, il gruppo rafforza l’integrazione dei fattori ESG nel business e l’impegno per la sostenibilità: 12,4 miliardi di euro di valore distribuito di cui: 8,1 miliardi di euro di indennizzi agli assicurati, 4,3 miliardi di euro distribuiti agli altri stakeholder.

Nel triennio 2019-2021, analogamente ai Piani Strategici precedenti, sono stati raggiunti e superati i target di redditività, solidità patrimoniale e remunerazione per gli Azionisti fissati nel Piano Strategico, come dimostrano l’ottenimento di utili consuntivi consolidati cumulati del Gruppo Unipol pari a 2.3264 milioni di euro, contro i 2.000 milioni di euro di target di Piano, e l’erogazione di dividendi cumulati previsti per 6175 milioni di euro.

Il Gruppo Unipol ha realizzato nel 2021 un risultato netto consolidato pari a 796 milioni di euro, rispetto agli 864 milioni di euro dell’esercizio precedente, che fu particolarmente influenzato dalla riduzione della sinistralità conseguente ai lockdown decretati dal Governo per fronteggiare la pandemia Covid-19. Nel 2021, anno pur ancora condizionato dalla pandemia, le limitazioni alla circolazione delle persone sono state meno impattanti mentre è proseguito il calo del premio medio Rc Auto, con conseguente impatto sulla redditività tecnica del business.

Sul risultato netto al 31 dicembre 2021 ha inciso positivamente per 144 milioni di euro il consolidamento pro quota del risultato di BPER Banca. Al 31 dicembre 2021 la raccolta diretta assicurativa, al lordo delle cessioni in riassicurazione, si è attestata a 13.329 milioni di euro, in crescita (+9,2%) rispetto ai 12.210 milioni di euro al 31 dicembre 2020.

Nel settore Danni la raccolta diretta del Gruppo, al 31 dicembre 2021, è pari a 7.943 milioni di euro, in aumento rispetto ai 7.882 milioni di euro realizzati nel 2020 (+0,8%), grazie ai buoni risultati ottenuti dal comparto Non Auto (+5,3%), che hanno permesso di assorbire il contenimento registrato nel comparto Auto (-3,7%).

Il combined ratio del Gruppo si attesta al 92,5%2 (95,0% al netto della riassicurazione), con un loss ratio2 pari al 64,0% ed un expense ratio2 pari al 28,5%. Tale indicatore riflette una significativa politica di sana e prudente gestione adottata nella valutazione delle riserve di bilancio. Nel 2020 il combined ratio2 era stato pari all’85,4% (87,0% al netto riassicurazione), in un contesto straordinariamente impattato dalle restrizioni alla mobilità.

Nel settore Vita il Gruppo ha registrato, al 31 dicembre 2021, una raccolta diretta pari a 5.386 milioni di euro con un incremento del 24,4% (4.328 milioni di euro nel 2020). Il mix della raccolta è stato orientato principalmente verso prodotti multiramo e unit linked, che hanno registrato una significativa crescita. Nel dettaglio UnipolSai ha realizzato una raccolta diretta pari a 2.870 milioni di euro (-7,4% per via del confronto con un 2020 influenzato da alcuni contratti di importo rilevante non riproposti), mentre nel canale di bancassicurazione Arca Vita, unitamente alla controllata Arca Vita International, ha segnato una raccolta diretta pari a 2.423 milioni di euro (+112,6% rispetto a 1.140 milioni di euro nell’esercizio 2020), beneficiando anche dell’ampliamento della rete BPER Banca a seguito dell’acquisizione di sportelli ex UBI Banca e Intesa Sanpaolo. Il margine sulla nuova produzione Vita è stato del 3% (3,1% nel 2020).

Gestione finanziaria

Per quanto riguarda la gestione degli investimenti finanziari, nel 2021 la redditività lorda del portafoglio del Gruppo, pur in presenza di tassi di interesse di mercato che si mantengono su valori contenuti, si è attestata al 3,1% degli asset investiti (2,9% al 31 dicembre 2020), di cui il 2,9% relativo alla componente di cedole e dividendi.

Situazione patrimoniale

Il patrimonio netto consolidato ammonta, al 31 dicembre 2021, a 9.722 milioni di euro (9.525 milioni di euro al 31 dicembre 2020), di cui 7.780 milioni di euro di pertinenza del Gruppo. Per quanto concerne l’indice di solvibilità di Gruppo, al 31 dicembre 2021 il rapporto tra fondi propri e capitale richiesto è pari a 214%3 (216% al 31 dicembre 2020), in crescita rispetto al 208% registrato al 30 settembre 2021.

Utile e dividendi

Unipol Gruppo ha approvato il progetto di bilancio individuale del 2021 che evidenzia un utile civilistico di 335 milioni di euro. Sulla base di questo risultato, il Consiglio di Amministrazione ha altresì approvato la proposta all’Assemblea dei Soci di distribuzione di un dividendo per l’esercizio 2021, in conformità al vigente statuto sociale, pari a 0,30 euro per ogni azione, in crescita del 7,1% rispetto all’esercizio precedente.

Il dividendo, ove approvato dall’Assemblea convocata per il 28 aprile 2022, sarà in pagamento dal 25 maggio 2022, con stacco cedola a partire dal 23 maggio 2022 e con data di legittimazione a percepire il dividendo (record date) 24 maggio 2022.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti