Una mattinata dominata dalle trimestrali

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Novembre 2015 | 12:49

Mattinata dominata dalle trimestrali: quella di Vivendi non convince e trascina il titolo al ribasso, mentre gli annunci di e.On e Carlsberg piaccino al mercato facendo ripartire le quotazioni

BORSE IN RIPRESA, TRANNE ATENE E MOSCA – Mattinata positiva per i listini europei, che al giro di boa vedono nuovi acquisti affiorare dopo le prese di profitto della vigilia. Londra oscilla a +0,55%, nonostante sembri crescere l’incertezza circa la permanenza della Gran Bretagna nella Ue, Parigi guadagna l’1,05%, Francoforte è indicata a +1,36%, Madrid oscilla a +0,96% e Milano segna +0,60%. Tra i pochi segni negativi Atene (-1,04%) e Mosca (-0,60%). L’Eurostoxx50 sale dell’1,14% a sua volta.

RWE E E.ON RIPARTONO, VIVENDI CADE – Tra le blue chip europee Rwe ed e.On (che ha chiuso il terzo trimestre in rosso di circa 7 miliardi complice la svalutazione straordinaria da 8,3 miliardi delle centrali a carbone e gas ma ha confermato le attese di utili al netto di poste straordinarie tra 1,4 e 1,8 miliardi a fine anno e la politica dei dividendi) guadagnano oltre il 4% a testa, mentre Lvmh, L’Oreal e Bayer salgono di oltre 2 punti. Dei 50 componenti del paniere solo 3 al momento sono in calo: Daimler, appena sotto la chiusura di ieri, Deutsche Post, che perde l’1,55%, e Vivendi, in rosso del 6,19% dopo una trimestrale peggiore delle attese di consenso. Tra gli altri titoli corre Carlsberg  (+7,64%), dopo che il produttore di birra danese ha annunciato una nuova maxi svalutazione da 1,4 miliardi di dollari ed annunciato 2 mila esuberi, pari al 15% dello staff, per sostenere la crescita.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

5 titoli da comprare sui listini europei

Finanziari europei in crisi, peggio di tutti fa Royal Bank of Scotland

Si torna a scendere, in scia ad assicurazioni, auto ed energia

NEWSLETTER
Iscriviti
X