Un nuovo brivido percorre i listini, a Milano affondano i finanziari

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Settembre 2015 | 15:47

I deludenti dati sugli utili delle aziende cinesi fanno scattare nuove vendite sui principali listini europei e a Wall Street. Milano chiude in calo di oltre 2 punti, con iUbi Banca, Azimut e Mps in affanno

I timori generati da utili deludenti da parte delle società cinesi che ridanno fiato a chi teme una frenata più marcata del previsto della seconda economia mondiale si abbattono sui listini europei e su Wall Street, deprimendoli nuovamente. A Milano l’indice Ftse Mib cede a fine giornata il 2,72%, mentre il Ftse Italia All-Share perde il 2,49% e il Ftse Italia Star chiude a -2,29%.

FINANZIARI INDIETRO TUTTA – Nessuna blue chip a fine giornata riesce a segnare una variazione positiva, mentre i risultati peggiori sono appannaggio dei titoli finanziari ancor più dei ciclici. Così Ubi Banca con un calo del 5,8% indossa la maglia nera, seguita da Azimut (-5,72%), Mediolanum (-5,14%) e Mps (-5,02%) cui non riesce a far bene neppure il rialzo del target price da parte di Bnp Exane da 2,7 a 2,8 euro, con giudizio confermato a “outperform”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Piazza Affari, Del Vecchio-Caltagirone: rischio concerto?

Dopo i sorteggi Champions Juve poco mossa in borsa

Scudetto a rischio e coppe incerte: la Juve sale, frena la Lazio in borsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X