Dati macro e trimestrali stamane non aiutano i “tori”

A
A
A
di Luca Spoldi 21 Maggio 2015 | 11:59

I dati dell'indice Pmi elaborato da Markit offrono un quadro della ripresa in atto in Eurolandia meno brillante del previsto. Mentre la trimestrale di Raiffeisen in entusiasma, così sui listini riaffiorano le vendite

EUROPA SOTTOTONO A META’ GIORNATA – Seduta apatica per i listini europei fino a metà giornata, dopo che Tokyo aveva chiuso appena sopra i livelli di ieri (indice Nikkei225 a 20.202,87 punti, +0,03%), complici alcuni dati macro contrastanti come l’indice Pmi elaborato da Markit, apparso stamane leggermente migliore delle attese per la Francia ma inferiore alle previsioni in Germania e nel complesso in calo in Eurolandia in cui il valore ridiscende sui livelli di febbraio. Passata la boa di metà seduta Londra oscilla a -0,01%, Parigi segna -0,33%, Francoforte perde lo 0,46%, mentre Madrid oscilla a -0,17% e Milano cala dello 0,52%.

BENE NOKIA, IN AFFANNO BMW – L’Eurostoxx50 dal canto suo cede lo 0,44% anche se Nokia segna un buon rialzo così come Rwe e Inditex; in affanno Bmw, Sap e Unibail-Rodamco, tutte attorno o poco sotto il 2% di perdita. Sottotono anche i bancari, con Unicredit e Bnp Paribas poco sopra il punto di rosso, dopo che la Bce ha dato ulteriori fondi alla Grecia ma meno di quanto ci si attendeva e dopo che Raiffeisen Bank International ha annunciato utili quasi dimezzatisi rispetto allo scorso anno nei primi tre mesi del 2015, col Mps sempre in rosso in attesa delle condizioni definitive dell’aumento per esercitare i cui diritti i soci avranno tempo dal 25 maggio al 12 giugno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

5 titoli da comprare sui listini europei

Finanziari europei in crisi, peggio di tutti fa Royal Bank of Scotland

Si torna a scendere, in scia ad assicurazioni, auto ed energia

NEWSLETTER
Iscriviti
X