Bond: è il momento di investire nei titoli britannici

A
A
A
di Luca Spoldi 8 Febbraio 2013 | 14:23

Secondo gli esperti della banca d'affari statunitense, i bond inglesi di buona qualità offrono ritorni superiori a quelli in euro che non appaiono giustificati nè dal rischio di cambio nè dal premio di liquidità

PASSARE ALLA STERLINA – E’ il momento di comprare bond inglesi più che sterline: lo sostengono gli analisti di Morgan Stanley secondo cui le quotazioni dei titoli di credito “investment grade” britannici sono rimaste indietro rispetto al rally degli asset a rischio europei partito sul finire del 2012. Le differenze in termini di cambio non giustificano tale divario di valutazioni, il premio per la liquidità neppure, mentre dal punto di vista tecnico il mercato obbligazionario britannico sembra meglio impostato di quello europeo.

RISCHIO CAMBIO – Così vendere bond a lungo termine denominati in euro per acquistare titoli denominati in sterline potrebbe consentire di migliorare sensibilmente la redditività del portafoglio, nonostante gli esperti di Morgan Stanley sui cambi avvertano che la sterlina potrebbe perdere ulteriore terreno rispetto alla valuta unica, suggerendo dunque di valutare investimenti con copertura del rischio di cambio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

A brillare non sarà solo l’oro

NEWSLETTER
Iscriviti
X