Mps, Profumo frena su rimborso Monti bond

A
A
A
di Luca Spoldi 29 Aprile 2013 | 12:31

Secondo il presidente dell'istituto senese la banca, che non aumenterà il capitale prime del prossimo anno, dovrebbe farcela a restituire i 4 miliardi di Monti bond, ma "nulla è scontato"


PER SIENA AUMENTO NON PRIMA DEL PROSSIMO ANNO – Quando si parlerà di aumento di capitale (non prima del prossimo anno), al management di Mps “piacerebbe trovare, insieme ai principali azionisti di oggi, degli azionisti che condividano il progetto ma che non siano un altro gruppo bancario” né lo stato, perché “le regole europee lo proibiscono”. Lo ha precisato oggi in assemblea il presidente Alessandro Profumo, secondo il quale un eventuale ingresso dello Stato come azionista “qualora fallisse il rimborso dei Monti bond, avrebbe come conseguenza trovare soluzioni alternative per far uscire in tempi brevi l'azionista stato”. Quanto alla restituzione degli stessi “Monti bond” Profumo frena: “Ritengo che noi ce la possiamo fare, ma nulla è scontato”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X