Di petrolio ce n’è troppo per Saipem

A
A
A
di Luca Spoldi 24 Maggio 2013 | 12:10

La sovrapproduzione Opec e la debolezza della domanda sta facendo salire le scorte di greggio e deprime le quotazioni dell'oro nero. Ne fa le spese Saipem, colpita da ampie prese di profitto anche oggi


SQUILIBRIO TRA DOMANDA E OFFERTA DI PETROLIO – L’eccesso di produzione petrolifera (destinato secondo alcuni analisti come gli uomini di Morgan Stanley a durare almeno sino al 2015) e una domanda più debole del previsto, che ha già portato le scorte Usa di greggio a salire in aprile a 388,9 milioni di barili, il massimo su base mensile dal 1981, pesa sulle quotazioni del greggio e di Saipem, che a metà giornata cede a Milano il 2% abbondante attorno a 21,46 euro per azione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti