Fiat Chrysler Automobiles rallenta, ma continua a correre in borsa

A
A
A
di Luca Spoldi 12 Gennaio 2018 | 16:20

Fiat Chrysler Automobiles rallenta

La partenza incerta di Wall Street, coi T-bond a 2 anni che per la prima volta dal 2008 offrono un rendimento nominale lordo del 2% dopo l’accelerazione del dato dell’inflazione “core” di dicembre all’1,8% dall’1,7% di novembre, fa scattare prese di profitto anche sul listino azionario italiano, dove Fiat Chrysler Automobiles rallenta la sua corsa dopo una mattinata al galoppo.

Il titolo ha vissuto una settimana d’oro

Anche così, col titolo a 19,34 euro (+1,79%) rispetto al massimo intraday di 19,56 euro, gli investitori non possono che essere soddisfatti di questo avvio d’anno da parte dei titoli della galassia Agnelli-Elkann. Il titolo del produttore italo-statunitense in particolare sfiora un rialzo del 20% rispetto alla scorsa settimana, muovendosi sui nuovi record storici, con una capitalizzazione di circa 29,3 miliardi di euro.

Sorridono gli eredi Agnelli, ma anche Marchionne

A sorridere oltre agli eredi Agnelli (che con Exor controllano il 29,23% del capitale di Fca, oltre al 22,9% di Ferrari e al 26,9% di Cnh Industrial) è anche il Ceo del gruppo, Sergio Marchionne. In questi anni il manager italo-canadese, che il prossimo anno lascerà la carica dopo l’approvazione del bilancio 2018, ha accumulato un pacchetto di 16,4 milioni di azioni Fiat Chrysler Automobiles, oltre a 11,86 milioni di titoli Cnh Industrial, a 1,46 milioni di azioni Ferrari e a 65.200 Philip Morris International (società di cui Marchionne è consigliere d’amministrazione).

Il Ceo di Fca ha accumulato 620 milioni di euro in azioni

In tutto ai prezzi attuali sono poco meno di 620 milioni di euro, destinati quasi certamente a incrementarsi nel prossimo biennio perché al manager andranno ancora riconosciute, se centrerà gli obiettivi prefissati nell’ambito del piano industriale 2014-2018, almeno altri 5,5 milioni di titoli Fca, che da soli potrebbero valere quasi altri 107 milioni. Se le borse terranno, dunque, entro il 2020 Marchionne potrebbe contare su un patrimonio azionario di almeno 720-725 milioni di euro, più gli emolumenti in denaro che ha ricevuto e continuerà a ricevere.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fca incerta a Piazza Affari, novità per impianti italiani

Dieselgate: Berlino prova a lasciarsi alle spalle lo scandalo

Fiat Chrysler Automobiles: 5 miliardi per Magneti Marelli sono pochi

NEWSLETTER
Iscriviti
X