Da ieri vietato contattare i dipendenti fuori dall’orario di lavoro. E se imitassimo i francesi?

A
A
A
di Redazione 3 Gennaio 2017 | 07:36

Da ieri i lavoratori in Francia possono invocare il diritto alla “disconnessione”: lontano dal posto di lavoro e fuori dall’orario d’ufficio, il dipendente d’impresa potrà ignorare mail, spegnere il telefono e rendersi irreperibile. E’ una delle misure contenute nella Loi Travail, la nuova legge sul lavoro oggetto di feroci contestazioni negli ultimi mesi a causa delle norme sui contratti.

A regolamentare il diritto all’”offline” è l’articolo 55 della legge francese, che stabilisce l’obbligo per l’azienda (con più di 50 dipendenti) di accordarsi con i sindacati sulle modalità di “disconnessione”. Non solo: al dipendente non potranno essere inviate mail, comunicazioni, messaggi o telefonate al di fuori dell’orario di lavoro.

C’è però un aspetto della legge che non convince del tutto: le aziende che non intendono adeguarsi, non riceveranno alcuna sanzione. I sindacati si dicono comunque soddisfatti del risultato ottenuto. E in Italia? Anche da noi esiste una proposta simile: il disegno di legge cosiddetto “sul lavoro agile”, approvato dalla commissione in Senato, prevede il diritto alla disconnessione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, il 30% dei dipendenti non serve più

Sondaggio EY: Il 42% manager italiani riconosce aumento norme contro frodi

Risparmio, attivata una procedura per i risarcimenti di Banca Marche

NEWSLETTER
Iscriviti
X