Premio “Best of Wine Tourism” 2017 per Masi Agricola

A
A
A
di Finanza Operativa 6 Ottobre 2017 | 14:58

Masi Agricola si è aggiudicata ieri il premio “Best of Wine Tourism” 2017 nella categoria “Ricettività”. La società, guidata dal Presidente Sandro Boscaini a cui è stato consegnato il riconoscimento a Verona, all’interno dell’incontro organizzato dalla Camera di Commercio di Verona e da Unicredit, è stata premiata per la “Masi Wine Experience”, l’ambizioso progetto che la maison veronese, produttore leader di Amarone, ha fortemente voluto con l’intento di valorizzare il mondo del vino, il suo territorio e il patrimonio economico e culturale che lo circonda. Quotata all’Aim Italia, Masi Agricola è un’azienda vitivinicola radicata in Valpolicella Classica e uno dei produttori di vini pregiati più conosciuti a livello mondiale, presente in oltre 120 Paesi.

Le motivazioni della giuria al momento della proclamazione del Premio sono state: “Per aver realizzato un circuito esperienziale legato al vino che esalta tutti gli aspetti ad esso legati e volti alla soddisfazione della curiosità dell’enoturista più esigente. Con il progetto Masi Wine Experience il percorso per i vari aspetti del turismo enologico si trasforma in un’occasione di conoscenza, di approfondimento e di relax. In particolare si è voluto evidenziare l’unicità dell’offerta ricettiva all’interno della dimora storica Possessioni Serego Alighieri, appartenente ai discendenti del sommo poeta Dante Alighieri, che offre al visitatore la possibilità di un tuffo nella storia di questa nobile famiglia nel magnifico territorio della Valpolicella: un’esperienza unica e carica di significati evocativi”.
Masi entra così a pieno titolo con altre sei aziende scaligere nel network mondiale delle “Great Wine Capitals”. Insieme rappresenteranno Verona alla finale del concorso internazionale dedicato alle eccellenze turistiche “Best of Wine Tourism” conocorrendo con altre otto capitali del vino – AdelaideSouth Australia, Bilbao-Rioja, Bordeaux, Mainz-Rheinhessen, Mendoza (regione in cui Masi è presente con la tenuta di Tupungato), Porto, San Francisco-Napa Valley e Valparaíso-Casablanca Valley – che si terrà in Cile agli inizi del 2018.
In occasione della premiazione Sandro Boscaini ha dichiarato: “La Masi Wine Experience è un progetto strategico per Masi e per la sua crescita. Lo stiamo implementando a livello internazionale e siamo onorati che la Camera di Commercio lo abbia considerato degno di un riconoscimento come “Best of Wine Tourism”, che valorizza regioni vinicole di prestigio. La Masi Wine Experience rappresenta già un network internazionale e si sviluppa tra l’altro su due delle località a cui fa riferimento il Premio: Verona e Mendoza in Argentina, dove Masi ha creato un percorso alla scoperta della biodiversità del deserto argentino. Con la stessa logica abbiamo aperto recentemente a Canova, sul Lago di Garda, il Masi Wine Discovery Museum, nell’intento di dare al visitatore un accesso privilegiato ai territori e a quell’emozione che solo il vino può dare.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mesi di sofferenze per Masi Agricola. L’analisi di Market Insight

Masi Agricola, ricavi stabili ma crolla l’Ebitda. L’analisi di Market Insight

Il Food vola anche in Borsa: all’Aim vale 1,3 miliardi di euro

NEWSLETTER
Iscriviti
X