Lo Smi centra il secondo target al ribasso e chiude il gap a 9.220

A
A
A
di Finanza Operativa 9 Ottobre 2017 | 10:00

Candela nera per il future sullo Smi di dicembre che si mantiene però sopra la soglia di 9.200 punti, chiudendo però il “buco” tra 9.220 e 9.226. Restano ancora aperti quello tra 9.145 e 9.151 punti e tra 8.976 e 8.957 punti. Nel dettaglio, dopo un avvio a 9.256 e un top a 9.271, il derivato è tornato fino a 9.220 punti chiudendo a quota 9.231 punti. La violazione di 9.250 ha permesso di centrare perfettamente il secondo target ribassista a 9.220 punti. Intanto lo Stocastico resta in zona di ipercomprato, mentre la media mobile a 21 passa ora a 9.100 punti e lavora da supporto.
Il future dovrebbe quindi ora provare a recuperare area 9.250. Dal punto di vista operativo sarebbe un nuovo segnale di forza e il derivato (target intermedio a 9.240) avrebbe spazio di recupero in direzione di 9.265, 9.280 e 9.300 punti. Poi eventualmente 9.315, 9.330 e 9.350 punti. Per contro, con la violazione di 9.220 lo Smi avrebbe primi supporti a 9.200,  9.185, 9.170, 9.155, 9.140, 9.120 e 9.100; poi 9.055, 9.040, 9.020 e 9.000 punti.   M.M.
Swi20Dec17Daily

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Borsa svizzera ancora in rally. Tutti gli Etf a Piazza Affari

Mercati, anche la Borsa svizzera aggiorna i massimi. Gli Etf a Piazza Affari

Svizzera: disoccupazione in calo e Borsa in rialzo. Gli Etf sullo Smi

NEWSLETTER
Iscriviti
X