Bloomberg mette Mps Capital Services sul podio dei migliori previsori al mondo su valute

A
A
A
di Finanza Operativa 16 Ottobre 2017 | 21:41

Mps Capital Services Banca per le Imprese, la corporate ed investment bank del gruppo Montepaschi, si è confermata sul podio nella classifica mondiale stilata da Bloomberg al 30 settembre scorso per le previsioni su diversi cambi valutari. Nel terzo trimestre 2017 la società si è distinta, infatti, per la qualità previsionale sull’andamento del mercato dei cambi, risultando di vera eccellenza per alcuni cross internazionali rilevanti per le aziende che operano nel settore dell’import/export con il primo posto per le stime su rand sudafricano ed il terzo posto su euro/dollaro e real brasiliano. Un risultato estremamente positivo, specie in un contesto di alta volatilità come quello attuale, in particolare per le imprese proiettate verso l’internazionalizzazione.
L’ottimo risultato arriva a conferma dei già soddisfacenti posizionamenti da podio ottenuti da Mps Capital Services lo scorso anno, quando conquistò il primo posto sull’eurodollaro. Inoltre, già dal 2009 la società  ha ottenuto l’inserimento nel podio del ranking previsionale sui cambi, con riconoscimenti nel 2011 e nel 2014 su diversi cross valutari.
La classifica viene redatta periodicamente da Bloomberg sulla base dei contributi elaborati da tutti i principali operatori mondiali ed utilizzati per la creazione del consensus sul particolare mercato che rappresenta la stima, calcolando per ciascuno il margine di errore tra quanto previsto e quanto realmente verificatosi sul mercato valutario. Bloomberg  premia con i primi posti le società con il minor margine di errore medio, ovvero coloro che hanno dimostrato la migliore capacità di analisi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Parità di genere, quali reti italiane in prima linea

Unicredit pianifica il taglio di 10mila posti di lavoro

Guerra commerciale Usa-Cina, i tre possibili scenari delineati da Bloomberg

NEWSLETTER
Iscriviti
X