Poste Italiane alle prese con un possibile doppio massimo

A
A
A
di Finanza Operativa 9 Gennaio 2018 | 16:00

Poste Italiane è risalita fino a testare in zona 6,45 euro la resistenza statica di breve termine. Un ostacolo che se se non sarà rapidamente superato potrebbe comportare la formazione di un doppio massimo, figura tecnica che, in genere, anticipa una correzione dei corsi.

Dal punto di vista operativo, di conseguenza, l’uptrend iniziato nella prima seduta di quest’anno ha chance per proseguire solo se si assisterà alla conferma del sorpasso di quota 6,45, livello oltra il quale i successivi target diventerebbero in prima battuta 6,535 euro (dove è posta un’importante resistenza statica di medio periodo) e in seguito in zona 6,75, prezzo dell’Ipo del gennaio 2016.

Pert contro, in caso di mancato superamento di quota 6,45 e della successiva violazione del supporto dinamico di breve termine a 6,38 euro (stop loss da adottare), per il titolo si potrebbe profilare l’inizio di una correzione con obiettivi prima a 6,90 (dove transita ora la media movbile a 21 giorni) e poi a quota 6,235, dove era iniziato l’attuale uptrend.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

Poste Italiane

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Borse internazionali: il punto tecnico di Aldrovandi al 20/05/22

Mercati, Ftse Mib: in questa fase è cruciale essere pazienti

Mercati: Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 future proseguono in laterale

NEWSLETTER
Iscriviti
X