ENI, acquisti sulla debolezza

A
A
A
di Redazione 7 Luglio 2009 | 08:00
Le grosse incertezze che circondano l’economia reale provocano vendite non solo sui mercati azionari ma anche su quelli delle commodities e in particolare sul petrolio la cui domanda è fortemente legata all’andamento del ciclo economico.

Al New York Mercantile Exchange il barile di greggio, dopo aver toccato i 72 dollari è sceso a quota 64. Eni non può che essere penalizzata, come del resto tutto il comparto, dalla volatilità e dal calo dell’oro nero e siccome l’inversione di tendenza dell’economia tarda ad arrivare, il titolo rallenta la sua crescita e il trend di medio termine passa da positivo a neutrale.

Eni è giunta a testare il supporto statico posto in area 16,20. Questo livello è molto significativo siccome corrisponde ad un ritracciamento delle quotazioni di circa un terzo del movimento iniziato a marzo e che ha visto il suo apice il mese scorso. Il trend di breve periodo si conferma negativo e ribadiamo l’interessante opportunità che questo rappresenta per acquistare sulla debolezza.

Pertanto riteniamo interessante una strategia in buy area, ossia con acquisto sulla debolezza, con ingresso al raggiungimento di 16,20 euro e con proiezione dinamica a 16,95 e 17,85 euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Petrolio, le previsioni sul prossimo meeting Opec

Ftse Mib, quota 24.000 non è una chimera. Cinque big cap sotto la lente

Eni allunga il passo in scia al petrolio. I prossimi obiettivi tecnici

NEWSLETTER
Iscriviti
X