Moody’s – Ha mentito?

A
A
A
di Giacomo Berdini 24 Settembre 2009 | 14:30
Un ex analista di Moody’s ha accusato l’agenzia di rating d’aver diffuso delle stime errate in maniera consapevole. Dopo che la sua storia è apparsa sul Wall Street Journal, oggi è stato ascoltato dalla commissione del Congresso. Dice la verità?

Moody’s avrebbe diffuso delle stime inesatte, diffondendo una notizia che sapeva essere sbagliata.
A denunciare il fatto è un ex analista della stessa agenzia di rating, Eric Kolchinsky, che oggi ha reso una testimonianza formale di fronte alla commissione del Congresso a sostegno delle sue accuse, apparse nella giornata di ieri sul Wall Street Journal, che ne ha ricostruito la storia.

Secondo Kolchinsky, Moody’s avrebbe emesso nel mese di gennaio un rating molto alto su di un prodotto finanziario strutturato, pur sapendo che ci sarebbe stato “un imminente taglio al rating di alcune emissioni che garantivano il prodotto finanziario stesso”.
Moody’s avrebbe quindi mentito in maniera consapevole, alcuni mesi dopo il tracollo del mondo finanziario, quando si era sollevato un putiferio nei confronti delle agenzie di rating, accusate di troppa “generosità” nei loro report riguardanti prodotti che successivamente sono falliti o caduti in disgrazia.

La storia dello stesso Kolchinsky però contribuisce a dipingere un altro velo di foschia sulla vicenda. Pare che l’ex analista, dopo 8 anni all’interno di Moody’s, sia stato sospeso in settembre (continuando a percepire lo stipendio) a causa del suo rifiuto di fronte alla volontà dell’agenzia di portare avanti un’inchiesta interna seguita alle sue accuse.
Per giudicare la situazione è meglio attendere l’esito delle indagini della commissione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Moody’s non impensierisce le banche italiane

Moody’s attacca le banche italiane

Moody’s: le riforme fanno bene

NEWSLETTER
Iscriviti
X