Nomura, nuovo aumento di capitale

A
A
A
di Cosimo Baccaro 25 Settembre 2009 | 13:20
Piazza Affari prova a chiudere positiva una settimana difficile. Nomura, la prima banca d’affari giapponese annuncia il secondo aumento di capitale in pochi mesi e crolla in Borsa. Unicredit tonica grazie al giudizio di Credit Suisse.

Piazza Affari cerca di chiudere la settimana in positivo, dopo giorni di altalena, e lo fa trascinata dai bancari. A metà seduta il listino milanese guadagna quasi mezzo punto percentuale, in scia con le altre borse europee. Ieri invece Wall Street ha chiuso negativa, mentre Tokyo è crollata a causa dell’annuncio di Nomura di ricorre nuovamente all’aumento di capitale.

Il caso Nomura in effetti ha creato scompiglio fra gli operatori, presi alla sprovvista da questa notizia.
Ieri infatti la prima banca d’affari giapponese ha annunciato di voler ricorre ad un nuovo aumento di capitale, dopo quello già molto ingente a cui aveva fatto ricorso nel marzo scorso. In primavera Nomura annunciò il suo prima aumento di capitale dopo 20 anni, dell’ordine di 280 miliardi di yen.
Ieri la banca nipponica concede il bis, dichiarando di dar vita ad una emissione azionaria pari a 511 miliardi di yen (3,8 miliardi di euro), con l’offerta di circa 400 milioni di azioni agli investitori esteri. Dal mercato domestico la banca d’affari si aspetta di ottenere circa la metà della somma totale.

La motivazione contenuta nel comunicato emesso dalla banca parla sia di un necessario rafforzamento dei coefficienti patrimoniali in previsione di normative più stringenti che probabilmente dopo il G20 saranno approvate dai governi dei sistemi finanziari più sviluppati, e sia di una volontà dell’istituto guidato da [p]Kenichi Watanabe[/p] di espandere la propria attività in mercati quali gli USA e l’Europa dove Nomura è sottodimensionata rispetto alla sua aspirazione a diventare una banca globale.
Gli investitori non hanno preso bene questa mossa, e ieri il titolo in borsa è crollato perdendo il 16%.

Su Piazza Affari i bancari sono contrastati.
Intesa Sanpaolo resta negativa, subendo ancora l’incertezza sul caso della cessione di Fideuram.
Unicredit invece recupera dalle perdite dei giorni precedenti e guadagna più di un punto e mezzo percentuale. Dopo i dubbi iniziali sulla ricapitalizzazione del gruppo, ora gli operatori si sono convinti che questa sia la via giusta da seguire per la stabiltà patrimoniale.
A contribuire al rilancio del titolo hanno contribuito anche gli analisti di Credit Suisse, che oggi hanno confermato il rating di Unicredit a outperform, alzando il target price da 2,7 a 2,9 euro. Secondo Credit Suisse sia che Unicredit attui il piano di aumento del capitale sia che utilizzi i Tremonti Bond, la stima di CS non cambierebbe e anzi il titolo è destinato ad una ulteriore crescita.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche Börse (XETRA) 81,11 EUR -3,93%
American Express NYSE 33,24 USD -1,07%
Axa EURONEXT 17,42 EUR -1,28%
Azimut BORSA ITALIANA 8,70 EUR 0,46%
Banca Generali BORSA ITALIANA 8,75 EUR 4,86%
Bank of NY Mellon NYSE 29,45 USD -0,34%
Barclays LSE 364,55 GBp -1,80%
BlackRock NYSE 206,00 USD -2,38%
BNP EURONEXT 55,56 EUR -1,51%
BPM BORSA ITALIANA 5,16 EUR -1,71%
Citigroup Inc NYSE 4,52 USD 0,00%
Credit Agricole EURONEXT 13,95 EUR -2,48%
Credit Suisse Group SWISS MARKET EXCHANGE 57,65 CHF -1,79%
Deutsche Bank Deutsche Börse (XETRA) 51,83 EUR -2,82%
Dexia EURONEXT 6,16 EUR -0,79%
Fortis EURONEXT 3,02 EUR -1,63%
FT Inv. NYSE 98,42 USD -2,58%
Goldman Sachs NYSE 183,17 USD -0,25%
Henderson LSE 132,00 GBp -0,53%
HSBC Investments
LSE 703,40 GBp -1,08%
ING EURONEXT 11,18 EUR -3,08%
IntesaSanpaolo BORSA ITALIANA 3,00 EUR -3,46%
Invesco NYSE 21,61 USD -3,09%
Janus Capital Group NYSE 13,66 USD -5,66%
Jp Morgan NYSE 45,33 USD 0,60%
Julius Baer SWISS MARKET EXCHANGE 55,25 CHF -3,16%
Legg Mason NYSE 29,93 USD -3,48%
Man Group LSE 304,20 GBp 0,20%
Mediobanca BORSA ITALIANA 10,00 EUR 1,78%
Mediolanum BORSA ITALIANA 4,67 EUR 2,19%
Morgan Stanley NYSE 31,25 USD -2,44%
Montepaschi Siena BORSA ITALIANA

1,42 EUR 0,00%
Natixis EURONEXT 3,99 EUR -0,92%
Nordea bank OMXNORDICEXCHANGE 71,20 SEK -1,66%
Raiffeisen wienerborse 39,34 EUR 1,11%
Schroders LSE 1091,00 GBp -1,80%
Skandia (Old Mutual) LSE 100,20 GBp 2,61%
State Street NYSE 50,36 USD -0,58%
Ubs SWISS MARKET EXCHANGE 19,09 CHF -2,20%
Unicredit BORSA ITALIANA 2,53 EUR -0,98%

Dati di chiusura del 24 settembre 2009, fonte Bluerating.com;

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X