Blueindex: brilla Banca Mediolanum, sottotono Azimut

A
A
A
di Luca Spoldi 14 Marzo 2017 | 12:06

BANCA MEDIOLANUM SI METTE IN LUCE – Banca Mediolanum recupera terreno e torna a brillare in testa alla classifica del Blueindex, avendo chiuso ieri con un rialzo del 2,29% che ha consentito al titolo di staccare Raiffeisen International (+1,31%) e Old Mutual (+1,16%), unici altri due componenti del paniere a superare la soglia dell’1% di guadagno, sfiorata anche da Intesa Sanpaolo (+0,99% a fine giornata).

OCCHI PUNTATI SULLA FED – La seduta di ieri ha visto un sostanziale equilibrio tra nuovi allunghi e prese di profitto sui titoli del comparto finanziario quotati sui principali mercati mondiali, mentre gli investitori attendono l’esito del Fomc che entro le prossime 48 ore dovrebbe sancire l’ennesimo rialzo di un quarto di punto dei tassi sui Fed Funds, prospettiva che non dispiace in generale alle banche potendo garantire un più consistente margine d’interesse, ma che potrebbe avere qualche riflesso negativo sui rendimenti delle gestioni e dei fondi obbligazionari che investono in titoli a medio-lungo termine.

AZIMUT PERDE QUOTA – A fine giornata sono Credit Agricole, Bnp Paribas e Mediobanca i tre soli titoli di istituti bancari che perdono oltre un punto percentuale a testa, ma è Azimut a pagare pegno, chiudendo in calo del 2,53% e finendo così in coda alla classifica quotidiana del Blueindex, nonostante l’annuncio di una nuova acquisizione all’estero, quello dell’80% della“boutique” finanziaria New Horizon Capital Management, operante presso il Dubai International Financial Center, attraverso cui la società conta di sviluppare una presenza negli Emirati arabi uniti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, un asso da Credit Suisse per la rete

Azimut, quando la gestione abbraccia i virtual assets

Azimut, una mano alla crescita aziendale

NEWSLETTER
Iscriviti
X