Agatos, la pandemia impatta sulla trasformazione del business. L’analisi di Market Insight

A
A
A
di Stefano Fossati 11 Febbraio 2021 | 14:30

A cura di Market Insight

L’emergenza da Covid-19 dimezza i ricavi, scesi sotto 1,5 milioni al 30 giugno 2020, e amplifica la perdita, salita in prossimità di 1,5 milioni (+54%), ma impatta anche sul processo di trasformazione di Agatos, che prevede una focalizzazione sui mercati a maggiore crescita come il biometano, il fotovoltaico e l’efficienza energetica. La società ha tuttavia proseguito nello sviluppo di una pipeline di progetti che applicano la tecnologia proprietaria Biosip. Piani che permettono al presidente Ingmar Wilhelm di affermare: “Siamo confidenti che questi progetti si tradurranno già dal prossimo anno in ordini nuovi e in una maggiore diversificazione sia geografica che tecnologica, con benefici per la prevedibilità dei risultati e la marginalità”. E’ infine in fase di finalizzazione il nuovo piano industriale 2021-25.

 

Modello di business

Agatos è un gruppo industriale che innova, sviluppa, ingegnerizza e costruisce chiavi in mano impianti per il consumo efficiente dell’energia e per la produzione di energia rinnovabile. Offre inoltre servizi di Operations & Maintenance e di Asset Management. La controllata Agatos Energia è l’Epc contractor del gruppo ed è specializzata nella progettazione, realizzazione e fornitura chiavi in mano di impianti fotovoltaici, a biometano e di efficientamento energetico. Agatos Energia lavora in Italia anche come Agenzia Autorizzata di Enel Energia sul mercato libero dell’energia e come Partner di Enel X nell’ambito dell’efficienza energetica.

Clicca qui per leggere l’analisi completa

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Agatos accelera sui ricavi ma resta in rosso. L’analisi

Agatos vende il suo impianto Biosip total green di Marcallo

Pioli: “Volatilità a Piazza Affari, le notizie degli ultimi giorni non c’entrano”

NEWSLETTER
Iscriviti
X