Crack Parmalat, 10 anni a Calisto Tanzi

A
A
A
di Redazione 27 Maggio 2010 | 08:30
La corte d’appello di Milano ha confermato la condanna per l’ex patron della Parmalat e le assoluzioni per gli ex manager Bank of America. Due le novità rispetto alla sentenza di primo grado: le condanne all’ex presidente della Cassa di Risparmio di Parma Luciano Silingardi e dell’ex manager Giovanni Bonici.

La corte d’appello di Milano ha confermato a 10 anni la condanna nei confronti dell’ex patron della Parmalat Calisto Tanzi per il reato di aggiotaggio nell’ambito del crack del gruppo alimentare. Confermate anche le assoluzioni per gli ex manager Luis Mondaca, Antonio Luzi e Luca Sala, di Bank of America e dell’ex consigliere indipendente della società Paolo Sciumé.

Le vere novità della sentenza di ieri sono state le condanne dell’ex presidente della Cassa di Risparmio di Parma e consigliere indipendente di Parmalat Luciano Silingardi e dell’ex responsabile di Parmalat Venezuela, Giovanni Bonici a cui la corte ha inflitto pene rispettivamente per 3 anni e 2 anni e mezzo. L’altra novità è per i risparmiatori, che verranno risarcite con circa 105 milioni di euro, tra il 20% e il 30% del danno contro una richiesta che ammontava al 40%. Un risarcimento che rischia di restare sulla carta dal momento che Tanzi risulta nullatenente.

“Vittoria Clamorosa” per l’avvocato dei bondholder Carlo Federico Grosso, mentre Calisto Tanzi si è detto “sconcertato per la pena inflitta che in confronto al reato appare stellare”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Parmalat, Lactalis alza il prezzo dell’Opa a 3 euro

Parmalat, perchè incassare “meno” tra un po’ invece che “di più” e subito?

Piazza Affari: i top di giornata

NEWSLETTER
Iscriviti
X