Bernanke, continueremo a tenere fermo il costo del denaro

A
A
A

Il presidente della Banca Centrale americana, durante la testimonianza semestrale davanti alla commissione bancaria del Senato, si è detto fiducioso sulla ripresa Usa nonostante propsettive economiche ancora deboli.

Avatar di Redazione22 luglio 2010 | 09:45

La Federal Reserve non ha in programma manovre imminenti per sostenere la ripresa anche se “le prospettive dell’economia sono in qualche modo più deboli”. Lo ha detto il presidente della Banca Centrale americana, Ben Bernanke, durante la testimonianza semestrale davanti alla commissione bancaria del Senato, garantendo che la Fed resterà “flessibile” alla luce dell’ “insolita incertezza” delle previsioni di breve termine e “pronta a compiere ulteriori passi se necessario per sostenere un ritorno a un pieno utilizzo del potenziale produttivo della nazione in un contesto di stabilità dei prezzi”.

La Federal Reserve, che ha rivisto al ribasso le previsioni sull’andamento dell’economia e ha lasciato i tassi fermi a un range tra lo 0 e lo 0,25%, continuerà a tenere il costo del denaro fermo “per un periodo prolungato”. Secondo Bernanke, la ripresa continua “a un passo moderato”, così come si avrà “una crescita moderata, con un graduale calo del tasso di disoccupazione e un’inflazione bassa per vari anni”.

La domanda privata dovrebbe aiutare a bilanciare l’eliminazione di stimoli fiscali, in un contesto in cui i problemi sul debito europeo “nei mesi recenti hanno reso le condizioni finanziarie meno favorevoli alla crescita”. La solidità del sistema bancario americano è migliorata in modo significativo e, in questo senso, la riforma della finanza trasformata oggi in legge dal presidente americano Barack Obama, “riduce la possibilità di crisi future”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche, è crollo dei prestiti

Consulenti, ecco il segreto per non mollare

Carige, resa dei conti a settembre

Banche, lo spauracchio dei tagli al personale

Banche, 11 proposte per cambiarle

Credem, utile sugli scudi e le polizze spingono

Mediolanum, dopo l’estate in arrivo novità sulla protezione dei clienti

IWBank PI, utile e raccolta da capogiro

Saxo bank e B.Generali, matrimonio d’eccellenze

Allianz Bank FA, l’evoluzione passa dalle unit linked

Banca Sistema, la forza dell’utile

Addio a Mario Incrocci, nome storico delle reti

B.Generali batte il consensus e regala masse record

Fineco, la rete si rinnova con giovani e bancari

Consulente indagato, sequestrati 4 milioni a IWBank

Tagli Unicredit, Salvini dice la sua

B.Generali-Nextam Partners, affare fatto

Bce: tassi fermi ma serve sostegno

Deutsche Bank, la ristrutturazione pesa sui conti

Banca Generali, uno sponsor a 5 stelle

Diamanti in banca, ecco il background giuridico

Fineco regina degli scambi

Bancari, il contratto deve affrontare i cambiamenti

Rendiconti Mifid 2: Banca Generali, il valore della sintesi

Widiba, la cultura finanziaria va al mare

Ubi Banca, sprint nei pagamenti

Assopopolari, nel segno della cooperazione bancaria

Deutsche Bank, la borsa premia la cura-choc

Intesa, private banking sulle Dolomiti

Mediolanum, la raccolta trabocca di gestito

Banche, lo spread regala un miliardo

Assoreti: a maggio tanta liquidità e poco gestito

Banche e reti, i consulenti hanno una marcia in più

Ti può anche interessare

Deutsche Bank, il mercato la porta ai minimi

Minimi storici per il titolo Deutsche Bank che nella giornata di ieri ha toccato il prezzo di 6,65 e ...

Riparte la corsa dello spread

Liberazione sì, ma di certo non dai timori dello spread. Lo scorso 25 aprile il differenziale in gi ...

Credit Suisse, in Italia utile dimezzato

La branch vede il profitto calare a 2,2 milioni e le commissioni scendere a 73,8 milioni. Ridotti gl ...