Exor approva il bilancio, dividendo da 33,5 centesimi

A
A
A

Utili oltre i 2 miliardi grazie a 1,5 miliardi di plusvalenze da cessioni, più utili da partecipate e minori oneri finanziari. Il Cda propone dividendo da 33,5 centesimi a titolo.

Luca Spoldi di Luca Spoldi9 aprile 2014 | 13:28

EXOR APPROVA IL BILANCIO – Il consiglio di amministrazione di Exor ha approvato oggi il bilancio consolidato ed il progetto del bilancio separato al 31 dicembre 2013 da sottoporre all’assemblea degli azionisti, fissata per il 22 maggio prossimo. Al 31 dicembre 2013 il Net asset value (Nav, patrimonio netto) era pari a 8.852 milioni di euro, in crescita di 1.232 milioni rispetto al dato a fine 2012. Il gruppo ha chiuso l’esercizio 2013 con un utile consolidato di 2.084,5 milioni contro un utile di 298,3 milioni segnato un anno prima.

1,5 MILIARDI DI PLUSVALENZE DA CESSIONI – Merito in particolare, spiega una nota societaria, dell’incremento delle plusvalenze nette realizzate nel 2013 per 1.520,4 milioni (di cui 1.534 milioni relativi alla cessione dell’intera partecipazione Sgs), dell’incremento della quota nel risultato delle partecipate per 264,1 milioni, della riduzione degli oneri finanziari netti per 12 milioni, parzialmente compensati da minori dividendi da partecipazioni (-10,3 milioni). Il cda ha proposto la distribuzione di un dividendo di 33,5 centesimi di euro per azione, per un totale di massimi 74,5 milioni di euro.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

La crisi fa bene allo spread

Oggi su BLUERATING NEWS: affare Commerz, Eurizon in Lussemburgo

Borse, BlackRock aspetta il rally

Day after Bce, titoli bancari col fiato corto

Borse‎, l’incertezza politica minaccia i listini mondiali

Il G20 da la scossa alle borse

Borse mondiali, ottobre rosso: il calo è di 7000 mld

Pictet Asset Management, Roadshow invernale ai nastri di partenza

Joseph Little (Hsbc Global Asset Management): spazio ai portafogli diversificati

Da Swiss Re a Generali, assicurativi aprono in ripresa in Europa

Bank of America: a questi livelli è sempre più concreto il rischio “bolla”

Corea del Nord, i mercati non credono all’escalation militare

Borse europee aprono in leggero rialzo, occhio a Bce e Fed

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

La Bank of England non usa toni da “falco”, lima le stime su Pil e paghe

Sterlina in ripresa, borse caute in attesa della Bank of England

Saudi Aramco, sarà Londra la prescelta?

Wall Street indietreggia, le borse europee scendono

Julius Baer vola in borsa dopo i numeri della semestrale

Carmignac: sui mercati regna un ottimismo razionale

Cambio della guardia ai vertici di Vanguard, come reagirà il mercato?

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

Fca prova a far ripartire i diesel negli Usa

La Brexit può costare caro all’immobiliare britannico, i gestori preferiscono i titoli spagnoli

Aramco: troppo pochi investimenti nel settore petrolifero

Le precisazioni della Bce fanno ripartire borse e bond

Jp Morgan: sui mercati un eccesso di uniformità di vedute

Borse europee, una mattinata ricca di spunti operativi

Nomura: per gli investitori istituzionali la Borsa di Tokyo è destinata a salire

La BoJ non cambia idea, le borse ringraziano

Pictet AM: “Altri rialzi in vista per le borse”

Elezioni inglesi: conservatori in calo, governo in minoranza

Giornata ricca di appuntamenti per le borse europee

Ti può anche interessare

La gufata del venerdì: il futuro nero di Ray Dalio

Gli Stati Uniti che scivolano in recessione? Per Ray Dalio c’è il 40% di probabilità che ...

Arte, la qualità paga

Alessandro Cuomo – Resp. Dip. Finarte Arte Moderna e Contemporanea   Il mercato dell’ar ...

Istat: Pil in calo su base annua. Lo spread vola

Il Pil italiano fa come i gamberi e cala dello 0,1% su base annua. Non accadeva dal quarto trimestre ...