L’Ipo di Citizens Financial raccoglie 3 miliardi di dollari

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 24 Settembre 2014 | 09:10
Rbs raccoglie 3 miliardi di dollari, ma deve ridurre le pretese. Pesa il ritardo accumulato da Citizens Financial rispetto ai concorrenti americani dopo la crisi 2008-2009

RBS FA CASSA CON CITIZENS – Citizens Financial Group, controllata statunitense della Royal Bank of Scotland (Rbs), ha raccolto 3 miliardi di dollari attraverso il collocamento di 140 milioni di titoli a Wall Street, a 21,50 dollari per azione, un prezzo inferiore alla forchetta indicativa di prezzo comunicata inizialmente (23-25 dollari per azione). Il titolo, come già accaduto la scorsa settimana col marketplace cinese Alibaba, debutterà nel pomeriggio al New York Stock Exchange (Nyse).

SU REDDITIVITA’ CAPITALE C’E’ ANCORA DA LAVORARE  – Il collocamento consente a Rbs di ridurre il patrimonio e incrementare il capitale in ossequio elle nuove e più rigide norme britanniche sul credito e di proseguire il recupero di capitali seguito al maggiore salvataggio pubblico di una banca di tutta la crisi finanziaria del 2008-2009. Sull’operazione ha pesato, per molti analisti, il ritardo che Citizen ha accumulato rispetto ai concorrenti bancari regionali in termini di redditività del capitale (che il Ceo Bruce Van Saun vorrebbe raddoppiare nei prossimi 2-3 anni).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Royal Bank of Scotland vuol far cassa negli Usa

NEWSLETTER
Iscriviti
X