Piazza Affari chiude a -2,59%, banche e ciclici sotto schiaffo

A
A
A
di Luca Spoldi 24 Febbraio 2016 | 16:44
Seduta da dimenticare per Piazza Affari che perde oltre il 2,5% complici nuovi timori sull’andamento delle quotazioni petrolifere. A segnare i cali maggiori sono banche e ciclici

MILANO CHIUDE SUI MINIMI GIORNATA NEGATIVA – La crisi petrolifera non pare destina a passare tanto rapidamente, così i listini azionari tornano a flettere e Milano non fa eccezione. A fine giornata, anzi, gli indici chiudono vicini ai minimi della seduta col Ftse Mib a -2,59%, il Ftse Italia All-Share che perde il 2,51%, il Ftse Italia in rosso dell’1,46% e anche il Ftse Aim Italia a -0,58%.

SOLO EXOR E ITALCEMENTI SI SALVANO – Tra le blue chip tricolori solo Exor (dopo la cessione con una buona plusvalenza del suo 17,1% in Banijay) e Italcementi chiudono positive. Male tutte le altre tra cui in particolare bancari e ciclici, con Bper, Mediaset, Mps, Yoox Net a Porter e Banco Popolare che chiudono  tra il -6,25% e il -5,45% a testa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, Bper: a giugno il nuovo piano

Banche, Bper: utile e dividendo 2021 in crescita. In rosso però il 4° trimestre

Banche, Bper: Standard Ethics migliora l’outlook

NEWSLETTER
Iscriviti
X