Generali, l’ultima assemblea sancisce l’inizio dell’era Donnet

A
A
A
di Gianluca Baldini 29 Aprile 2016 | 07:28
Il Leone di Trieste ha chiuso il 2015 con circa 2 miliardi di utile e con un dividendo di 0,72 euro per azione. Nomimanto anche il nuovo Cda e confermato il ruolo di Donnet come group ceo dopo l’uscita di scena di Mario Greco.

UTILE 2015 A 2 MILIARDI E DIVIDENDO DA 0,72 EURO – L’assemblea del Leone di Trieste ha approvato il bilancio dell’esercizio 2015, chiuso con un utile netto di 2.030 milioni di euro, stabilendo di assegnare agli azionisti un dividendo unitario di 0,72 euro per ciascuna azione che verrà posto in pagamento a partire dal 25 maggio 2016, contro stacco della cedola n. 25.

IL NUOVO CDA – È stato inoltre eletto, previa definizione del numero dei suoi componenti in 13, il consiglio di amministrazione che rimarrà in carica per tre esercizi fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2018, stabilendone il relativo compenso. Dalla lista di maggioranza presentata da Mediobanca sono stati eletti: Gabriele Galateri di Genola (nella foto a sinistra), Francesco Gaetano Caltagirone, Clemente Rebecchini, Philippe Donnet, Lorenzo Pellicioli, Ornella Barra, Alberta Figari, Sabrina Pucci, Romolo Bardin, Paolo Di Benedetto e Diva Moriani. Da quella di minoranza, presentata da alcuni investitori istituzionali, sono stati eletti Roberto Perotti e Paola Sapienza.

CONFERMATI I VERTICI – Via libera da parte del cda sull’attribuzione delle cariche sociali per il triennio 2016-2018 confermando come presidente: Gabriele Galateri di Genola, come vicepresidenti: Francesco Gaetano Caltagirone e Clemente Rebecchini e come group ceo e amministratore delegato Philippe Donnet (nella foto a sinistra). Giuseppe Catalano è stato confermato segretario del consiglio di amministrazione.

OCCHI PUNTATI SU CALTAGIRONE
– Sotto osservazione anche i recenti movimenti nel capitale, con Francesco Gaetano Caltagirone, vicepresidente delle assicurazioni, che non esclude un ulteriore incremento della partecipazione recentemente portata oltre il 3%. In termini percentuali, il reddito operativo è cresciuto del 6%, i dividendi del 20% e il cash flow del 30%. Donnet proseguirà la centralizzazione sul ‘core’ assicurativo del gruppo, avviata dalla gestione Greco. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali: la parola d’ordine è sostenibilità

Reti in Borsa: le pagelle di Ubs

Banca Generali Private, una tripletta per la rete

NEWSLETTER
Iscriviti
X