Albarelli (Azimut): “Così lavora il nostro Global Team di gestori”

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 17 Aprile 2018 | 08:50
Un team unico per 17 Paesi. L’a.d. del gruppo Azimut parla della riorganizzazione delle attività di asset management

Una riorganizzazione di tutte le attività di gestione. È quella attuata nei mesi scorsi dal gruppo Azimut, che ha voluto così creare una struttura meglio aderente al suo respiro internazionale. Abbiamo parlato di questa novità con l’amministratore delegato Sergio Albarelli (nella foto).

Perché è avvenuta questa operazione?

Abbiamo avviato la riorganizzazione con il duplice obbiettivo di migliorare la gamma dei prodotti e di sfruttare appieno la piattaforma internazionale costruita negli ultimi anni.
Il gruppo continua a crescere a ritmi sostenuti, in soli 6 anni le masse complessive sono triplicate superando alla ne di febbraio i 51 miliardi di euro, e l’attività di gestione è uno del motori di questa crescita. Per supportare adeguatamente questo sviluppo siamo intervenuti razionalizzando la gamma dei prodotti italiani, irlandesi e lussemburghesi, attraverso la fusione di una ventina di comparti e la rinomina di tutti gli altri. Lo scopo è favorire una maggiore chiarezza verso la rete dei consulenti e verso la clientela, creando anche un Global Team di gestione.

Che cos’è e come opera questo Global Team?

In 14 dei 17 paesi dove siamo presenti abbiamo dei team di gestione locali. Per integrare e coadiuvare queste strutture abbiamo creato un team globale che dal 1° gennaio di quest’anno coordina tutti i nostri hub di gestione nel mondo, garantendoci il presidio dei mercati 24 ore al giorno attraverso le diverse sedi operative basate in Europa, in Medio Oriente, in Africa, nell’area dell’Asia-Pacifico e nel continente americano. Il macro team è composto da 90 gestori e analisti con forte prevalenza
di professionisti basati nei paesi emergenti e con una esperienza media di 16 anni
nei mercati locali e internazionali, che monitorano e coprono più di 1.300 aziende nel mondo. Questo modello, che ci favorirà nella ricerca di opportunità di rendimento sui mercati finanziari mondiali, è alla base di due nuovi prodotti globali che lanceremo nei prossimi mesi: AZ Equity New World Opportunities e AZ Bond Income Opportunities. Per questi due prodotti globali, uno azionario e uno obbligazionario,
ci aspettiamo grande interesse soprattutto da quei Paesi in cui sono ancora predominanti gli investimenti sul mercato domestico.

Di recente avete creato una nuova struttura: Global Trading Desk. Quali funzioni svolge?


Per allocare gli ordini in modo efficiente abbiamo costituito un trading desk globale operativo 24
ore su 24. In questo modo possiamo trovare i prezzi più competitivi a livello globale ottimizzando i costi operativi e conseguendo anche dei vantaggi scali. Il trading desk principale è basato e opera con il fuso orario dell’area Emea, seguito dal desk Asia Pacifico e da quello americano.

Negli ultimi mesi avete riorganizzato anche l’area delle gestioni patrimoniali. Come?

I cambiamenti hanno interessato
sia la filosofia gestionale, con l’affiancamento di un approccio a benchmark a quello total return,
sia il processo organizzativo con la costituzione di due diversi team di gestione. Questa ristrutturazione, che è avvenuta sotto la guida del responsabile dell’area Massimo Donatoni, ci ha permesso di valorizzare ulteriormente la componente legata alla consulenza e di rispondere ancora meglio alle diverse esigenze di investimento dei clienti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, nuovo acquisto nel mondo dell’e-commerce

Azimut, tutti i dettagli dell’affare americano

Azimut, master e borse di studio per i consulenti di domani

NEWSLETTER
Iscriviti
X