Via libera al Def: crescita ferma e debito su

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri 10 Aprile 2019 | 10:20

Dopo un vertice di oltre tre ore, da Palazzo Chigi fa capolino il documento di economia e finanza del governo che certifica una situazione nell’aria da tempo: la crescita è sostanzialmente ferma, a un +0,1% con la prospettiva di un +0,2% sulla spinta del decreto crescita. Un pil che cresce meno porta, inevitabilmente, a un aumento del deficit di bilancio che infatti nel documento programmatico è previsto al 2,4%. Sale anche il debito tendenziale, che torna a salire al 132,8% del Pil. Tutti numeri legati a un piano da 18 miliardi di euro di privatizzazioni, senza il quale il passivo rischia di sprofondare di un altro punto di pil. Al termine del Consiglio dei ministri, il governo, tramite una nota, rivendica la “conferma dei programmi di governo: nessuna nuova tassa né manovra correttiva”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Trump pompiere spinge gli acquisti a Wall Street

“L’Iran sembra allentare le tensioni e gli Stati Uniti sono pronti alla pace”. Così il presid ...

Coronavirus, Bufi (Anasf): “La Borsa non va chiusa”

Il presidente dell’Anasf su Twitter si dice d’accordo con la Consob che ha voluto mantenere ape ...

Reti, i campioni del reclutamento a inizio anno

Nel mese di gennaio Azimut è prima con 14 financial advisor in più. Segue a distanza CheBanca! ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X