Saint-Georges (Carmignac), attenzione ad essere troppo ottimisti

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia 22 Giugno 2020 | 10:31

Essere ottimisti è un’ottima dote ma esserlo troppo potrebbe rivelarsi nefasto se non corrisponde alla realtà dei fatti.

Di questo ne è convinto Didier Saint-Georges, membro del comitato d’investimento strategico di Carmignac, che nella giornata di ieri ha esposto la view della casa di gestione francese sul secondo semestre dell’anno durante una videoconferenza con la stampa specializzata.

E’ evidente che l’attività economica a livello globale sia in ripresa ed è il minimo che ci si potrebbe aspettare dopo un periodo nel quale il 50% del mondo è stato il lockdown: la domanda è in recupero, le aziende ricostituiscono le scorte, in un contesto di tassi di risparmio elevati e naturalmente di massicci stimoli fiscali e monetari. La domanda da porsi è se questa ripresa a “V” è destinata a proseguire, e secondo Didier Saint-Georges, è probabile che questo veloce recupero vedrà un’interruzione, e per diversi motivi.

Innanzitutto stiamo assistendo ad ancora un numero relativamente alto di contagi a livello globale e questo ritarderà inevitabilmente il ritorno ai normali consumi; inoltre il tasso di risparmio precauzionale rimarrà elevato, come prodotto dell’isteresi generale e per la maggiore disoccupazione. A conferma di questa ipotesi vi è l’andamento della ripresa cinese, che si sta sviluppando in maniera molto lenta, soprattutto sul lato dei consumi.

Ad ogni modo, l’Europa si sta comportando particolarmente bene, forse anche a causa della lezione imparata dalla precedente crisi 2008-2009, dato che i governi sono intervenuti più o meno tempestivamente, ma sicuramente in modo migliore rispetto al passato. Inoltre, l’ingente pacchetto di misure stanziate dall’Unione Europea sicuramente darà una mano, anche se in concreto gli aiuti arriveranno da qui a un anno.

Secondo Saint-Georges, questa crisi sta rafforzando il trend di “giapponesizzazione globale” deflazionistica, e in tale contesto i settori azionari legati ai trend di crescita secolari sono destinati a sovraperformare nel medio termine.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Carmignac, nuovo fondo sul mercato del credito

Carmignac, new entry nel cda

Carmignac, una nuova guida per la trasformazione digitale

Carmignac, il punto bimensile sui mercati (13-26 giugno 2020)

Coronavirus, trovare le opportunità nella crisi

Carmignac, il punto della settimana sui mercati (13 -17 aprile 2020)

Carmignac, Ripert è il nuovo Coo

Mercati, il punto di Carmignac

Carmignac, uno sguardo a tutti i temi caldi dei mercati

Edouard Carmignac, inizio e fine di un regno memorabile

Consulenti, i consigli di Carmignac per il portafoglio 2020

Carmignac promuove i Btp italiani

Investimenti: variazioni sul tema dell’equilibrio

Carmignac, Kevin Thozet nuovo Portfolio Advisor del Comitato Investimenti

Carmignac fa la pace con il fisco francese

Gestori, doppio ingaggio di Carmignac

Carmignac, la sostenibilità ha un nuovo volto

Carmignac, nuovo rinforzo per il team obbligazionario

Carmignac, il nuovo responsabile è Zoccoletti

Fondi, Carmignac passa il testimone in Patrimoine

Carmignac Portfolio, soft closing per il comparto Long-Short European Equities

Carmignac risponde sul caso del fisco francese

Carmignac sotto indagine in Francia

Carmignac lancia Portfolio Patrimoine Europe

Carmignac, Gallardo nuovo chief economist

Older diventa gestore di Carmignac Investissement

Carmignac: l’Italia torna nell’occhio del ciclone

Carmignac: it’s the liquidity, stupid!

Quando l’equity sgomma

Carmignac: Donald non è Achille

Carmignac, Ventura nominato global head of sales

Carmignac: la festa sui mercati sta per finire?

ITForum Milano / Carmignac: momento unico di confronto

NEWSLETTER
Iscriviti
X