Nasce la nuova Banca Ipibi Financial Advisory

A
A
A
di Finanza Operativa 3 Aprile 2015 | 16:12

Parte la nuova Banca IPIBI Financial Advisory guidata da Antonio Marangi: totale autonomia da gruppi bancari e ’assenza di conflitti di interesse generati da prodotti propri vogliono essere i suoi tratti distintivi nel panorama della gestione del risparmio in Italia. È una banca – dichiara Antonio Marangi, Amministratore Delegato di Banca IPIBI Financial Advisory – che punta ad attrarre competenze di altissimo livello, promotori e private banker che vogliano essere protagonisti di un progetto industriale ambizioso, anche attraverso un loro coinvolgimento diretto nel capitale. Ma è inoltre una banca di consulenza indipendente – conclude Marangi – che si differenzia sul mercato poiché è libera da ogni condizionamento nell’individuare e nel proporre ai clienti le soluzioni più idonee e vantaggiose.
L’Assemblea degli Azionisti di Banca IPIBI Financial Advisory si è riunita oggi e ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione. Nel nuovo consiglio, che risulta composto da 9 membri, la carica di Presidente è affidata al Prof. Stefano Vinti e la Vice Presidenza a Osvaldo Bosetti. Gli altri membri del CdA sono Enrico Giuliani, Fabrizio Redaelli, Daniele Loro, Giorgio Calesella, Riccardo Petroni e Fabrizio Cerbioni. Antonio Marangi mantiene la carica di Amministratore Delegato.
La nuova Banca IPIBI Financial Advisory nasce dall’acquisizione del 58,5% del capitale dell’Istituto da parte della società veicolo Capital Shuttle. La compagine azionaria di Banca IPIBI Finacial Advisory, che ha una partecipazione rilevante indiretta nel capitale tramite la stessa Capital Shuttle, è costituita da: Finnor Srl (società riconducibile a Osvaldo Bosetti) con il 9,5%, UBI Fiduciaria (in rappresentanza di alcuni soci privati) con il 9,4%, Antonio Marangi, Amministratore Delegato di Banca IPIBI con l’8,3% e Banca Ifigest con il 6,7%. Nei prossimi mesi entrerà nel capitale di IPIBI anche Uniqa Previdenza (Gruppo Uniqa) con una quota del 5,3%.
L’Assemblea degli Azionisti ha anche approvato il bilancio 2014 i cui dati patrimoniali e gestionali risultano in crescita rispetto al 2013. In particolare, gli asset gestiti dalla Banca si attestano a 2,472 miliardi in aumento del 8,20% rispetto all’esercizio precedente.
Le commissioni attive, grazie anche al contributo dei contratti di consulenza e assistenza, sono pari a 32,35 milioni con un incremento del 9,64% rispetto al 2013 e con un’incidenza del 45,5% determinata dall’attività di consulenza pura. L’utile d’esercizio è negativo per 680 mila, mentre il margine di interesse si attesta a 5,56 milioni con una contrazione dell’11,39% a seguito della flessione dei tassi di remunerazione sui prodotti di liquidità e tesoreria.
I coefficienti di vigilanza si mantengono estremamente solidi e ben al di sopra dei limiti stabiliti dalle autorità di vigilanza, con il CET1 Ratio e il Tier 1 Capital Ratio al 26,74% e il Total Capital Ratio al 27,41%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Marangi: “Parte Banca Consulia”

Promotori, accelera la rete di Marangi

Accordo di distribuzione tra La Française e Banca Ipibi

NEWSLETTER
Iscriviti
X