A breve tre nuovi Etf Amundi a Piazza Affari

A
A
A
di Finanza Operativa 7 Settembre 2015 | 10:30

Amundi si prepara al lancio di nuovi ETF. A breve saranno negoziati in Borsa Italiana:
1. il primo ETF lanciato in Europa sui titoli corporate a tasso variabile in dollari;
2. il primo ETF lanciato in Europa sull’indice MSCI World Low Carbon Leaders;
3. il primo ETF quotato in Borsa Italiana sull’indice JPX-Nikkei 400 con copertura giornaliera del rischio di cambio.
AMUNDI ETF FLOATING RATE USD CORPORATE UCITS ETF, già quotato su Euronext il maggio scorso e oggetto di progressiva quotazione in diverse borse europee, consente di ottenere un’esposizione rappresentativa del mercato delle obbligazioni investment grade a tasso variabile (FRN) denominate in dollari attraverso un portafoglio composto da un minimo di 40 a un massimo di 100 obbligazioni estremamente liquide emesse da aziende dei paesi sviluppati. La metodologia di replica include uno filtro di liquidità che prende in considerazione i volumi negoziati e il numero di scambi sul mercato allo scopo di selezionare le obbligazioni maggiormente liquide. L’indice viene ribilanciato su base mensile e nessun emittente può avere un peso superiore al 5%. Con tassi di interesse ai minimi storici, le obbligazioni a tasso variabile mirano a “isolare” il portafoglio dai movimenti dei tassi di interesse. Poiché il livello delle cedole varia sulla base dei tassi di interesse, le obbligazioni a tasso variabile hanno una bassa sensitività dei prezzi rispetto ai tassi di interesse e un rendimento che si muove in linea con gli stessi.
AMUNDI ETF MSCI WORLD LOW CARBON UCITS ETF EUR si aggiunge alla gamma di fondi Low Carbon Amundi che già contempla due fondi indice: l’Amundi Index Equity Global Low Carbon e l’Amundi Index Equity Europe Low Carbon. Offre un’esposizione all’indice MSCI World Low Carbon Leaders3, lanciato a settembre 2014 da MSCI in collaborazione con Amundi e due importanti fondi pensione europei.
AMUNDI ETF JPX-NIKKEI 400 UCITS ETF – DAILY HEDGED EUR offre, rispetto all’ETF già quotato in Borsa Italiana dallo scorso 24 febbraio, la copertura giornaliera del rischio di cambio. La metodologia di copertura utilizzata, aggiustata su base giornaliera, riduce l’effetto della volatilità del tasso di cambio e consente di ottenere un livello di copertura del rischio di cambio pressoché totale. L’indice JPX-NIKKEI 400 è un indice estremamente innovativo che comprende aziende giapponesi quotate di grande e media capitalizzazione selezionate per le best practice adottate sia nella governance societaria sia nella creazione di valore per gli azionisti.
Valerie Baudson, CEO di Amundi ETF, Indexing e Smart Beta , commenta l’ampliamento della gamma come segue: “I capisaldi della nostra strategia di costruzione della gamma sono l’innovazione, l’efficienza sul fronte dei costi e la qualità nella replica. I tre ETF di prossima quotazione in Borsa Italiana rispondono alle esigenze degli investitori nell’attuale contesto di mercato e sono coerenti ai principi fondanti della nostra gamma”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, da Amundi un nuovo prodotto obbligazionario sul clima

Asset allocation: investire nel lusso globale

Amundi, siglato l’accordo quadro per l’acquisizione di Lyxor

NEWSLETTER
Iscriviti
X