Mobyt, ecco le linee guida strategiche. L’intervista al ceo Giorgio Nani

A
A
A
di Finanza Operativa 16 Dicembre 2015 | 15:00

“Personalmente ogni giorno ricevo una valanga di e-mail che non leggo e che, spesso, nemmeno apro. Ma guardo ogni sms che mi mandano. Quanti di voi si comportano come me?” La provocazione arriva da Giorgio Nani, ceo del gruppo Mobyt, società quotata sul mercato Aim di Borsa Italiana, leader in Italia nel settore del Mobile Marketing&Services, dell’Internet of Things e nel settore del web advertising, che spiega: “il fatturato del nostro gruppo, dipende per l’85-90% dagli sms, un sistema di marketing tutt’altro che obsoleto considerando che nei primi undici mesi del 2015 sono stati 580 milioni gli sms inviati da Mobyt segnando un incremento del 27% a parità di perimetro, che ha consentito ricavi nel primo semestre per 13,1 mln di euro e un utile netto di 800mila euro, rispettivamente il 32% e il 167% in più rispetto allo stesso periodo del 2014, e che permetterà un ulteriore incremento per la seconda parte dell’esercizio in corso e per quelli a venire”.

Nani ha poi dichiarato che proseguirà nello sviluppo strategico e in particolare:

  • in ambito SMS con il consolidamento della quota di leadership nel segmento small business, a maggiore redditività; attraverso una crescita per linee esterne nonchè per linee interne con lo sviluppo dell’offerta e il lancio di nuovi servizi. All’estero il gruppo lavorerà al consolidamento della clientela francese big spender e alla penetrazione nel segmento small business, oltre ad un ingresso in nuovi Paesi ad alta opportunità;
  • in ambito e-mail sono previsti progetti di crescita interna con lancio di nuovi servizi e funzionalità;
    potenziati da attività di cross selling attraverso il canale core degli SMS;
  • il canale ADV sarà oggetto di ampliamento della base clienti in particolare attraverso l’introduzione di nuovi servizi da parte della controllata AMM rivolti al mercato dello small business, con il potenziamento del network tramite un maggiore ricorso alle piattaforme di real time bidding, e infine con l’utilizzo di campagne del tipo search e display geolocalizzate;
  • in ambito IoT verranno colte le opportunità di applicazione dello strumento SMS, adattabili in modo trasversale a tutte le categorie di clienti già acquisite.

Nani ha inoltre affermato di cercare “opportunità” sulle quali investire, senza però sbilanciarsi in ulteriori dettagli.

Clicca qui per accedere al nostro canale Youtube e vedere l’intervista di Nani rilasciata in occasione della presentazione delle linee strategiche del gruppo a FinanzaOperativa.com.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Binck Italia presenta al TolExpo la nuova piattaforma “ProTrader”

A caccia di performance? Meglio l’azionario

NEWSLETTER
Iscriviti
X