Gpi investe nell’Internet of things attraverso la start-up Upsens

A
A
A
di Finanza Operativa 16 Gennaio 2017 | 13:30

Gpi, società quotata su Aim Italia (dove segna al momento un rialzo superiore al 3%) partner tecnologico di riferimento nel mercato della Sanità e del Sociale, ha investito in UpSens, la start-up innovativa di Optoi Microelectronics contribuendo alla campagna di equity crowdfunding realizzata su StarsUp, la piattaforma on-line autorizzata dalla Consob per la raccolta di capitale di rischio da parte di aziende innovative. La campagna di equity crowdfunding di UpSens si è conclusa con successo lo scorso 21 dicembre. La raccolta ha portato risorse per 196.200 euro – l’investimento del gruppo GPI ammonta a 75.000 euro.

Fausto Manzana, Presidente e Amministratore Delegato Gruppo GPI: Crediamo nell’innovazione come leva per lo sviluppo e per questo abbiamo deciso di sostenere il progetto UpSens. Perché l’innovazione non basta dirla, bisogna farla – e “farla” significa anche permettere a chi ha un buon progetto di disporre delle risorse finanziarie necessarie per realizzarlo”.

Alfredo Maglione, Presidente di UpSens: “Vogliamo ringraziare tutti gli investitori che credono in UpSens e nel suo team, condividendone i valori e gli obiettivi. La raccolta permetterà di iniziare la fase di ingegnerizzazione e certificazione del prodotto. Nelle prossime settimane saremo al lavoro e lasceremo aperta la raccolta fondi con l’auspicio di disporre di ulteriori risorse per rafforzare la campagna di lancio commerciale di UpSens”.

Ketty Paller ad e co-fondatore di UpSens: “Coniugare l’innovazione tecnologica e di processo con la sostenibilità ambientale e sociale è possibile. Guardiamo all’Internet delle Cose con questo approccio, nella convinzione che la tecnologia intelligente possa essere messa al servizio delle persone aiutandole a vivere meglio. L’idea di fondo di UpSens è disporre di strumenti che misurino in modo accurato e puntuale la salubrità degli ambienti in cui viviamo con l’obiettivo di adottare tutte le misure necessarie per migliorarla. Il primo passo verso il benessere è avere consapevolezza oggettiva della qualità ambientale. La sensoristica UpSens favorisce la costruzione di questa consapevolezza e la traduce in azioni migliorative”.

Al centro dell’attività di UpSens, la ricerca e lo sviluppo di soluzioni innovative e dispositivi all’avanguardia che contribuiscano a migliorare la qualità della vita delle persone. Nel mondo l’attenzione verso questi temi è sempre maggiore e ben presto si tradurrà nell’esigenza di conoscere e misurare concretamente gli indicatori ambientali che concorrono a migliorarla. UpSens è pronta a soddisfare questo bisogno.

Ad oggi sono già stati sviluppati 2 sensori (https://youtu.be/XqBx-3NWlMI):

  • Air per misurare la qualità dell’aria in-door
  • Wave per rilevare il livello di smog elettromagnetico (sempre in-door).

Si tratta di dispositivi portatili, stand-alone, semplici, modulari e di design.

La modularità è uno dei punti di forza più significativi di UpSens: i sensori che anno dopo anno saranno sviluppati e industrializzati potranno infatti essere semplicemente aggiunti alla base “universale”. L’utente potrà perciò comporre il proprio set di sensori in base alle necessità.

In un prossimo futuro a Wave e Air si aggiungeranno altri sensori, fra i quali: Dust per misurare la qualità dell’aria out-door, Water per controllare la qualità dell’acqua, Fruit per conoscere le proprietà organolettiche del cibo. UpSens è una vera e propria famiglia di sensori, in grado di fare rilevazioni sia puntuali che in continuo. Per i dispositivi UpSens sarà disponibile una App e un Portale Dedicato in cui gli utenti, previa registrazione, potranno condividere le proprie rilevazioni nell’UpSens-Community. Le potenzialità di questa Community sono molto interessanti: le rilevazioni messe a disposizione dai singoli utenti consentiranno di mappare e controllare la qualità degli ambienti in cui trascorriamo gran parte della giornata (per esempio uffici, scuole e abitazioni).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Aim Investor Day 2017, ecco le aziende premiate

NEWSLETTER
Iscriviti
X