Sul Fib è tornata la volatilità

A
A
A
di Alessandro Aldrovandi 25 Luglio 2019 | 18:00

Il mercato azionario italiano rimane impostato al rialzo nel medio termine. Nella seduta odierna, però, dopo aver realizzato un massimo annuale sul livello 22.355, il Future sull’indice FTSE/MIB ha vistosamente invertito la propria direzione fino a realizzare un minimo sul supporto in area 21.760. L’aumento di volatilità intraday è stato causato dalle parole del Presidente della Bce Mario Draghi, che durante la rituale conferenza stampa si è detto preoccupato sullo stato di salute dell’economia dell’Eurozona, con particolare riguardo al settore manifatturiero.

Con le quotazioni che si sono riportate nell’intorno dei 21.900 punti è difficile che il mercato possa continuare a crescere subito anche nelle prossime giornate. Sebbene i prezzi siano posizionati ben al di sopra sia dell’indicatore Supertrend che della media mobile a 25, è da segnalare la presenza di un Gap Up ancora aperto sul livello 21.745 che, prima o poi, dovrà essere necessariamente ricoperto.

I segnali di trading sul Fib

Dal punto di vista operativo, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 22.220 con target nell’intorno dei 22.355 punti, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 21.830 con obiettivo molto vicino al livello 21.745.
(A.A.)


L’andamento di breve termine del Future FTSE/MIB

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, elezioni tedesche: Euro ai minimi e Dax in affanno

Mercati: Fib al test di una resistenza cruciale

Mercati: Fib, Dax ed Euro Stoxx future verso un prossimo test dei top

NEWSLETTER
Iscriviti
X