Asset allocation: i principali trend del fintech nel 2022

A
A
A
di Redazione 24 Gennaio 2022 | 13:29

Digital Horizon, tra i principali fondi di venture capital specializzati in società fintech, ha pubblicato il suo report annuale Fintech Trends for 2022, come riportato da Cryptonomist.ch.

Il report Fintech Trends for 2022

Il 2021 per il fintech è stato un anno molto positivo, considerando che i finanziamenti nel settore sono cresciuti del 96% rispetto all’anno precedente. Dai dati emersi dal rapporto si evince come nel nuovo anno probabilmente assisteremo soprattutto allo sviluppo del fintech a supporto dei microimprenditori, ai pagamenti digitali nel metaverso e alla “seconda realtà” e del fintech verde.

Il report dettagliato considera tutti gli effetti che la pandemia ha portato sul settore fintech, con il forte aumento dell’utilizzo del digitale sia per lavorare che per acquistare beni, ed evidenzia 7 principali trend che si svilupperanno lungo tutto il corso del nuovo anno.

NFT e Metaversi tra i trend 2022

In questi trend sicuramente la parte da leone sembra farlo quello dei pagamenti digitali, che diventeranno sempre più importanti per la vita di tutti noi, compresi quelli alternativi in criptovalute probabilmente.

Guardando solo agli Stati Uniti circa 14,5 milioni ( circa il 6,5%) di adulti sono sprovvisti di conto corrente bancario. Ecco allora che per queste persone i pagamenti in criptovalute potrebbero essere presto una possibile soluzione alternativa.

Ma considerando che alla fine del 2021 si è molto parlato di Metaverso, secondo gli esperti di Digital Horizon è assai probabile che nel nuovo anno si assisterà al lancio dei pagamenti digitali sul metaverso. NFT e finanza DeFi sono la base per lo sviluppo del metaverso i cui usi e modalità sono ancora tutti da scoprire. Ma è molto probabile che nel 2022 si assisterà ad una ulteriore diffusione di NFT e progetti di tokenizzazione nella finanza e nei pagamenti digitali.

Inutile dire che nel megatrend della sostenibilità e del green anche nel fintech sarà inevitabile che si vada verso soluzioni sempre più ecosostenibili da qui ai prossimi 3-5 anni.

Intelligenza artificiale (AI), analisi avanzata dei dati, token e tecnologie di contabilità distribuita (DLT) sono alcune delle soluzioni fintech più promettenti per un settore finanziario sostenibile, come evidenziato dall’ultimo rapporto “Fintech and the ESG Data Challenge”dalla banca francese  Bnp Paribas.

A proposito del rapporto sui trend del fintech, Alan Vaskman, fondatore e Managing Partner di Digital Horizon, ha commentato:  “Gli ultimi anni sono stati inaspettati e difficili, ma l’industria fintech si è adattata alle nuove sfide e opportunità della nostra vita quotidiana e ha guidato l’innovazione in tutto questo tempo. Mentre il mondo è alle prese con l’aspetto della vita post-Covid, così come l’incombente agenda verde e l’arrivo dei metaversi, il ruolo della fintech nelle nostre vite non solo continuerà, ma accelererà”.

L’anno delle CBDC

Il 2022 infine sarà, molto probabilmente,  anche l’anno in cui si vedrà all’opera la prima valuta digitale di stato (CBDC). Durante le olimpiadi invernali di Pechino, quasi certamente lo stato cinese lancerà un progetto pilota del proprio yuan digitale, che sembra ormai pronto per essere lanciato sul mercato finanziario. Ed è chiaro che questo sarà un elemento dirompente nella finanza mondiale, a cui seguiranno probabilmente altre nazioni, i cui progetti di valuta digitale sono ormai ad uno stato avanzato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Road to ITForum: con Consultique consulenza finanziaria indipendente e d’eccellenza

A ITForum Etn tematici e certificati Recovery Bonus sotto la lente

Road to ITForum, Forex: didattica al top con ActivTrades

NEWSLETTER
Iscriviti
X